IL SAP PARTECIPA ALLA COMMEMORAZIONE DI SANDRO BELLOTTI


PAVAN (SAP VENEZIA): LA PROTESTA DEI COLLEGHI. “SIAMO SENZA DIVISE, LE COMPRIAMO NOI”.

Il Segretario Provinciale del SAP, Giorgio Pavan, rivendica scarsità di divise: nonostante le nostre ripetute richieste di approvvigionamento anche a livello nazionale, a Venezia c’è totale mancanza di uniformi. I colleghi veneziani chiedono solamente di poter lavorare dignitosamente e di poter indossare la nostra amata uniforme.


TAMARO (SAP TRIESTE): LAMORGESE SI INFORMI SULLE CONDIZIONI DI LAVORO DEI POLIZIOTTI.

La presenza a Trieste in questi giorni del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese sia occasione propizia per constatare di persona in quali condizioni gli operatori di Polizia stanno fronteggiando il flusso di migranti provenienti dalla “Rotta Balcanica” che varcano clandestinamente il territorio del capoluogo regionale. Il Segretario Provinciale del SAP Trieste, Lorenzo Tamaro, denuncia nuovamente la grave situazione al confine triestino dove continuano costanti gli arrivi.

La rassegna stampa.


TIONI (SAP UDINE): “NON CI SONO CONDIZIONI ADEGUATE PER FAR FRONTE AGLI ARRIVI DI MIGRANTI A UDINE”.

A Udine non ci sono spazi adeguati per accogliere così tanta gente: nelle ultime ore sono stati rintracciati più di 70 clandestini, è impensabile che questi  vengano accompagnati e trattati per le operazioni di identificazione direttamente presso la locale Questura, senza prima essere sottoposti ad accurati controlli sanitari e senza prima aver effettuato la prevista quarantena per le persone che provengono da zone a rischio. Serve un protocollo sanitario specifico ed efficace che si attivi automaticamente ogni qualvolta vi siano rintracci di migranti che hanno  fatto ingresso illegalmente sul territorio nazionale.
La rassegna stampa

 


ORFELLO (SAP MODENA): SPACCIO DI DROGHE IN PIENO GIORNO, NECESSARIO IL POSTO DI POLIZIA

Spaccio a cielo aperto in pieno centro storico, la denuncia del Segretario Provinciale del SAP di Modena, Ottorino Orfello: “Rilanciare il posto integrato di Polizia che nasce dal protocollo sul patto di sicurezza tra il comune e il ministero degli interni”.


AGATI (SAP CAGLIARI): ONDATA DI MIGRANTI, SIAMO IN EMERGENZA E SI INTERVENGA.

Non si arresta l’ondata di sbarchi sulla costa sud-occidentale della Sardegna, sono 78 i sud-africani arrivati sulle spiagge fra Chia e Porto Pino. Il Segretario del SAP, Luca Agati, esprime la sua preoccupazione: “Siamo sconcertati, gestire gli sbarchi era già un problema, ma ora che siamo in emergenza sanitaria la situazione non è più tollerabile: chi deve intervenire lo faccia subito”.

Rassegna stampa.


TIONI (SAP UDINE): GRAVE MANCANZA DI ORGANICO PER LA POLIZIA STRADALE. LA SCORSA SETTIMANA NESSUNA PATTUGLIA DI SERVIZIO: NON ACCADEVA DAL 1957

Il Segretario Provinciale del SAP di Udine, Nicola Tioni, denuncia la grave mancanza di organico ai reparti della Polizia Stradale di tutta la provincia: “Oggi la polizia stradale non è in grado di eseguire pattuglie sulla rete viaria ordinaria della provincia, infatti, la scorsa settimana non è stata comandata nessuna pattuglia, cosa che non accadeva nella nostra realtà dal lontano 1957”.

La situazione è insostenibile e la nostra denuncia deve smuovere le coscienze della classe politica affinchè si possa trovare al più presto una soluzione per garantire la sicurezza stradale su tutto il territorio.

La rassegna stampa.


ELIA (SAP PERUGIA): 230 ALLIEVI AGENTI ASSEGNATI ALLA SCUOLA DI SPOLETO

Nonostante le restrizioni imposte dal Covid 19 prosegue a pieno ritmo l’attività formativa della Scuola di Spoleto alla quale sono stati assegnati 230 Allievi Agenti del 209° Corso. Ne da notizia il Consigliere Nazionale del SAP, Moreno Elia, che ha spiegato come la Direzione Centrale abbia brillantemente trovato una formula vincente per proseguire l’attività nel pieno rispetto delle regole.

La rassegna stampa.


SENESE (SAP UMBRIA): FINALMENTE TAMPONI E TEST PER 4500 POLIZIOTTI.

Dopo la richiesta che il segretario regionale del SAP Umbria, Claudio Senese,  invio lo scorso 27 Aprile unitamente a Finanza e Carabinieri, la Regione sta muovendo i passi definitivi per approntare un protocollo che permetta di iniziare lo screening il prima possibile per tutti gli appartenenti al comparto sicurezza.