RINNOVO CONTRATTO DI LAVORO - INCONTRO DEL 4.7.2024

RINNOVO CONTRATTO DI LAVORO – INCONTRO DEL 4.7.2024

Sono riprese a Palazzo Vidoni le trattative in sede tecnica per il rinnovo del contratto di lavoro per il comparto sicurezza-difesa. La parte governativa ha presentato le prime macro...

Sono riprese a Palazzo Vidoni le trattative in sede tecnica per il rinnovo del contratto di lavoro per il comparto sicurezza-difesa.

La parte governativa ha presentato le prime macro ripartizioni degli aumenti contrattuali attribuendo circa il 77.50% delle somme alla quota fissa delle retribuzioni per un importo medio di circa 153,79 euro.

Tale scelta non è stata condivisa poiché riteniamo che gli incrementi sulla parte fissa e continuativa dei nostri stipendi debbano essere valorizzati al massimo possibile e incrementati sino a circa il 90% delle disponibilità.

È stata, inoltre, sottolineata la discrasia rispetto agli aumenti medi delle altre amministrazioni del comparto che, in taluni casi, assumono differenze sostanziali rispetto alle nostre sino a circa 10 euro medi pro-capite.

Questo accade perché alcune amministrazioni, sia per la conformazione del proprio organico e sia per la capacità di mantenerlo sostanzialmente a regime, hanno retribuzioni medie più elevate.

Per questo abbiamo chiesto che la distribuzione avvenga in relazione al numero di operatori e non in base alla redditività media, o in subordine, che si provveda con interventi specifici e, in via di urgenza, a ripianare i vuoti di organico ed in particolare quello degli Ispettori al quale oggi mancano circa 8.000 unità.

Abbiamo, inoltre, manifestato quale nostra pregiudiziale per il buon prosieguo della trattativa che venga avviato il tavolo della previdenza dedicata che, tra l’altro, è già stato finanziato, ma che ancora tarda a partire arrecando gravissimi danni a tutti i colleghi.

Riguardo al lavoro straordinario, abbiamo proposto che si provveda all’aumento del valore dell’ora attraverso politiche di defiscalizzazione, che abbiano lo scopo di valorizzare gli sforzi fatti quotidianamente per compensare la carenza di circa 10.000 unità del nostro organico.

Infine, abbiamo ribadito che per il SAP è prioritario che si possa chiudere la contrattazione il prima possibile.

Gli incontri dovrebbero proseguire già la prossima settimana.

IL COMUNICATO

TUTTOLAVORO24.IT

 

Letta 5.522 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi