SAP FLASH NR. 10 2024 – PERICOLO ORDINE PUBBLICO

È on line il SAP FLASH nr. 10-2024 – PERICOLO ORDINE PUBBLICO

Per scaricarlo clicca sul link sottostante

SAP FLASH NR. 10-2024 – PERICOLO ORDINE PUBBLICO


PAOLONI: CONSIGLIERA NOFERI (M5S) SI VERGOGNI E NON ISTIGHI ALLA VIOLENZA

«La consigliera della regione Toscana Noferi (Movimento 5 Stelle) si vergogni e si ricordi che sputare su una divisa significa sputare su chi in quel momento rappresenta un’Istituzione dello Stato. Sotto quella divisa c’è un uomo o una donna con la sua dignità». Ad affermarlo è il Segretario Generale del SAP, Stefano Paoloni, a seguito delle parole di Silvia Noferi.
Ieri, in aula durante il Consiglio regionale della Toscana, la rappresentante del M5S, in riferimento ai poliziotti intervenuti durante le manifestazioni della scorsa settimana, ha detto: «Avranno preso pure degli sputi, ma forse se li sono anche meritati».
«Chi ha un ruolo e una funzione politica – ha aggiunto Paoloni – non può legittimare determinati atteggiamenti, atteso che gli sputi, gli spintoni, i pugni e il tentativo di forzare il cordone di polizia sono avvenuti prima della carica. Rileviamo una assoluta mancanza di senso istituzionale e istigazione alla violenza».

AGENPARL.EU

ILGIORNALE.IT

VOXNEWS.INFO


PAOLONI AL TG1: MANIFESTAZIONE PISA NON ERA STATA AUTORIZZATA, NON SI STRUMENTALIZZI NOSTRO OPERATO PER FINI POLITICI

In merito a quanto avvenuto ieri a Pisa, il Segretario Generale del SAP, Stefano Paoloni, è stato intervistato dal Tg1. “La manifestazione – ha spiegato – non era stata autorizzata e stava degenerando, per questo siamo stati obbligati all’uso della forza. Non si strumentalizzi l’operato delle forze dell’ordine per fini politici”.


PAOLONI: SE ALLE MANIFESTAZIONI SI PUÒ FARE TUTTO QUELLO CHE SI VUOLE ALLORA NOI STIAMO BENE ANCHE A CASA

“Sono diversi gli esponenti politici e istituzionali che dopo le manifestazioni di Firenze e Pisa, dove sono state violate le prescrizioni e il personale di servizio è dovuto intervenire, stanno aggredendo verbalmente e delegittimando l’operato delle forze dell’ordine. Si tratta di comportamenti assolutamente irresponsabili che rischiano solo di provocare il caos”. Sono le dichiarazioni di Stefano Paoloni, Segretario Generale del SAP, a seguito dei momenti di tensione registrati oggi durante alcune manifestazioni a Pisa e Firenze.

“Le forze dell’ordine non hanno colore politico e non devono essere strumentalizzate, si sia consapevoli che diversamente si mette a rischio la sicurezza del Paese e anche quella di manifestare”, ha ricordato Paoloni, il quale ha poi ribadito: “Aggredire verbalmente le forze dell’ordine significa legittimare i violenti. La polemica politica si faccia in altri luoghi e in altri contesti. In questo modo si mette a rischio la vita e la sicurezza degli operatori su strada. Se si vuole sostenere che nelle manifestazioni di piazza sia possibile fare tutto ciò che si vuole sull’altare della libertà di espressione allora non serve il servizio d’ordine, noi stiamo bene anche a casa, ci vadano questi ‘soloni’ a tutelare l’ordine pubblico”, ha concluso il Segretario Generale del SAP.

DIRE

LANAZIONE.IT


RINNOVO TESSERA DI RICONOSCIMENTO: RITARDI NEL RILASCIO

Sono numerose le segnalazioni in merito alla tempistica, quasi “gestazionale”, necessaria per ottenere la nuova tessera di riconoscimento di polizia.

I colleghi che si apprestano a richiedere il rinnovo o l’aggiornamento della tessera di riconoscimento, infatti, sono costretti, dalla formulazione dell’istanza, ad attendere circa 9 mesi per avere con sé il documento.

Abbiamo chiesto al Dipartimento chiarimenti sul perché delle difficoltà incontrate nel procedimento di elaborazione e di rilascio del tesserino, e se sono stati valutati interventi per ridurre i tempi necessari alla definitiva consegna.

LA NOTA INVIATA


ASKATASUNA, PAOLONI INTERVISTATO DA ‘ILGIORNALE.IT’ SU MISURE RESTRITTIVE

“Le valutazioni effettuate dal gip sicuramente hanno tenuto conto dei fatti accertati e dell’attuale legislazione normativa ma, di fatto, questa diventa un’ulteriore delegittimazione nei confronti delle forze dell’ordine”. È quanto ha affermato Stefano Paoloni, Segretario Generale del SAP, intervista da ‘ilGiornale.it’ in merito alla decisione di ieri del gip di Torino di respingere le misure cautelari richieste nei confronti di alcuni membri del centro sociale Askatasuna.

IL GIORNALE.IT


PAOLONI: LO RUSSO HA ANCORA BISOGNO DI CONFERME SU ASKATASUNA?

«Il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, ha ancora bisogno di conferme per avere chiaro che Askatasuna è un centro sociale dove regna solo la cultura dell’illegalità?». Sono le parole del Segretario Generale del SAP, Stefano Paoloni, a seguito della notizia delle 12 misure cautelari scattate nei confronti di alcuni membri di Askatasuna in relazione agli scontri registrati a Torino il primo maggio di due anni fa nei quali rimasero feriti diversi agenti.

Nel frattempo, il Segretario Provinciale del SAP di Torino, Antonio Perna, è intervenuto in conferenza stampa in merito alla decisione della giunta comunale di avviare un percorso di coprogettazione dello stabile oggi sede del centro sociale che lo porterà ad essere bene comune. Si tratta di «una gravissima scelta che fa sprofondare nell’oblio oltre un ventennio di violenze e aggressioni perpetrate nei confronti delle forze dell’ordine durante i servizi di ordine pubblico», ha spiegato Perna, precisando che «per ogni sassolino che ci verrà lanciato addosso e per ogni vetrina infranta valuteremo di costituirci parte civile e chiameremo in causa la responsabilità del Comune».

 

ADNKRONOS

LIBERO

ANSA.IT

RAINEWS.IT

IL GIORNALE

IL TEMPO

IL MANIFESTO

CORRIERE DI TORINO

TORINOOGGI.IT

CRONACA QUI TORINO

L’ECO DI BERGAMO

LOSPIFFERO.COM

BRESCIAOGGI.IT

GAZZETTA DI PARMA

LA PROVINCIA DI SONDRIO

CONTROPIANO.ORG

 


COCO SPIEGA A ‘REI TV’ LO SPIRITO DELL’INIZIATIVA PER ISTITUIRE UNA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA NEGLI STADI IN MEMORIA DI FILIPPO RACITI

Il Segretario Generale aggiunto del SAP, Giuseppe Coco, intervistato da Rei Tv, ha spiegato l’iniziativa per dedicare una Giornata contro la violenza negli stadi all’Ispettore Filippo Raciti, che perse la vita il 2 febbraio del 2007, fuori dall’“Angelo Massimino” di Catania durante i disordini scoppiati tra ultras del Catania e del Palermo. «Ci siamo accorti che c’è una recrudescenza di alcuni fenomeni violenti all’interno e all’esterno degli stadi», ha spiegato Coco, precisando che «abbiamo deciso di accendere un faro sulla questione con questa proposta» «siamo convinti che sia un modo, uno strumento per riportare l’attenzione sull’argomento e poter garantire i luoghi dello stadio come luoghi di sport, come luoghi sani», ma anche per «poter garantire il lavoro degli uomini in divisa, dei poliziotti, delle poliziotte, di tutti coloro che tutte le volte che si disputano delle gare vanno a lavorare lo possano fare in sicurezza e non si ripeta mai più quanto avvenuto il 2 febbraio».


SAP FLASH NR. 03 DEL 15 GENNAIO 2024

È on line il SAP FLASH nr. 03 del 15 gennaio 2024. Per scaricarlo clicca sul link sottostante

SAP FLASH NR. 03 DEL 15 GENNAIO 2024