MILANO: PAOLONI, NON ASPETTARE TRAGEDIE PER INTERVENIRE CON DECISIONE

«Questi eventi saliti agli onori della cronaca mettono in evidenza quanto rischiamo tutti i giorni sulle strade del Paese per assicurare sicurezza e convivenza civile. Non si aspettino le tragedie per intervenire con decisione. Il Disegno di Legge di iniziativa del Governo a tutela del personale delle forze dell’ordine venga calendarizzato in Parlamento immediatamente». Così il Segretario Generale del SAP, Stefano Paoloni, a seguito della nuova aggressione ad alcuni poliziotti registrata nella notte presso la stazione Centrale di Milano. L’episodio è avvenuto il giorno dopo l’aggressione a Christian Di Martino, il Vice Ispettore di 35 anni accoltellato mercoledì notte nella stazione ferroviaria di Lambrate. «Oltre a norme adeguate che ci tutelino, abbiamo bisogno subito di dotazioni idonee per affrontare in sicurezza le situazioni di rischio quali, ad esempio, i giubbotti antitaglio», ha aggiunto Paoloni.

AGENPARL.EU

ADNKRONOS

DIRE


PIROLA (SAP MILANO) A ‘IL GIORNO’: TROPPO SENSO DI IMPUNITÀ, NOI ESPOSTI A RISCHI QUOTIDIANAMENTE

«Ho iniziato a lavorare avendo a che fare con banditi che rapinavano le banche con armi in pugno. Ora c’è una violenza fuori controllo, generalizzata. C’è un senso di impunità. Ovunque. I colleghi ogni giorno vengono esposti a rischi ormai diventati insostenibili». Ad affermarlo è Massimiliano Pirola, Segretario Provinciale del SAP di Milano, intervistato da ‘Il Giorno’ in merito all’aggressione di Lambrate. Quanto accaduto al Vice Ispettore Christian Di Martino «evidenzia ancora una volta quanto sia grave la situazione. Il frutto di una politica di odio nei confronti della divisa. Uomini e donne in divisa quotidianamente devono contrastare non solo la criminalità ordinaria ma anche clandestini, che pensano di delinquere liberamente grazie al forte senso d’impunità che da ormai molto tempo serpeggia nelle nostre città. È pieno di soggetti fuori controllo, e sempre ce ne sono che gravitano attorno alle stazioni. Tutto ricade sulle spalle delle forze dell’ordine e delle persone perbene, che noi proteggiamo. Ma la nostra vita viene messa in pericolo e non possiamo più permetterlo».

IL GIORNO


CALCIO, FESTA INTER: GUGLIELMI (SAP BOLOGNA), SERVIZIO INFINITO, COLLEGHI RIMASTI SENZA CENA

Circa 30 poliziotti del Reparto Mobile di Bologna sono stati impiegati a Milano per la partita di calcio e la successiva sfilata celebrativa per la festa scudetto dell’Inter. Il turno di servizio ha avuto inizio alle 06:00 del mattino e terminato alle 22:30 causando non pochi disagi ai colleghi impiegati.

Il Segretario provinciale del SAP di Bologna, Tonino Guglielmi ha denunciato le condizioni lavorative dei colleghi impiegati nel servizio di ordine pubblico invocando l’intervento della dirigenza:«Il personale è stato tenuto in piedi con il materiale al seguito per chilometri, senza neppure un attimo per il bagno e senza cena. Venti operatori dovranno restare anche la sera del 29: un pernottamento extra per cui avranno il ticket per la cena, che però non potranno ritirare essendo già fuori sede. E con 7 euro a Milano si compra al massimo l’acqua. La situazione è grave, la direzione o il dirigente devono intervenire».

IL RESTO DEL CARLINO BOLOGNA

OSSERVATOREMENEGHINO.INFO


IL SEGRETARIO NAZIONALE GIANPIERO TIMPANO ALL’EVENTO “DIFENDIAMO LE FORZE DELL’ORDINE”

Si è svolto ieri 17 marzo, presso l’Hotel Villa Torretta a Sesto San Giovanni in una sala gremita, l’evento “Difendiamo le forze dell’ordine” promosso dalla europarlamentare Silvia Sardone, da sempre in prima linea per sostenere gli uomini e le donne in divisa.

Per il SAP è intervenuto il Segretario nazionale Gianpiero Timpano, inoltre hanno preso parte all’evento illustri ospiti, tra i quali il Sottosegretario al Ministero dell’Interno On. Nicola Molteni e l’On. Gianni Tonelli, Presidente Onorario del SAP, che hanno voluto ribadire con chiarezza la vicinanza a chi ogni giorno lavora per la sicurezza di tutti.

 

 

LA GALLERY

 

IL GIORNALE MILANO

QUINDICINEWS.IT


DIFENDIAMO LE FORZE DELL’ORDINE, L’EVENTO ORGANIZZATO A SESTO SAN GIOVANNI IL 17 MARZO

Domenica 17 marzo alle 17.30 presso l’Hotel Villa Torretta in Via Milanese 3 a Sesto San Giovanni, si terrà l’evento “Difendiamo le forze dell’ordine” promosso dalla europarlamentare Silvia Sardone.

All’evento participeranno anche il Segretario Nazionale SAP Gianpiero Timpano e l’On.le Gianni Tonelli Presidente Onorario del SAP.

AGENPARL.EU

POLITICANEWS.IT

IL GIORNALE MILANO

 


ORDINE PUBBLICO, PIROLA (SAP MILANO): LO SCONTRO POLITICO MINA LA SERENITÀ DEGLI AGENTI

Il tema dell’ordine pubblico, soprattutto dopo i fatti di Pisa, è sempre più attuale. Basti pensare che nel 2023 a Milano sono stati impiegati 10mila uomini in più rispetto al 2022 per gestire tutte le manifestazioni e cortei nelle vie della città e quest’anno non è da meno considerato gli ultimi scontri accaduti in via Padova domenica scorsa con le forze dell’ordine schierate per garantire la sicurezza e l’ordine pubblico

Così il Segretario Provinciale del SAP Milano, Massimiliano Pirola, sulla situazione attuale che stanno affrontando gli uomini in divisa: «Lo scontro politico, sulle spalle dei poliziotti, sta minando la serenità operativa degli agenti e dei funzionari che insieme ai loro uomini si occupano di ordine pubblico, materia delicatissima: basta un minuto di esitazione e possono esserci conseguenze pesanti».

«Due parole ce le aspettavamo… le forze dell’ordine non sono ne di destra ne di sinistra. Forse in troppi non capiscono che di questo passo si metterà sempre più in crisi la gestione dell’ordine pubblico» queste le parole di Pirola sulla mancata solidarietà espressa alle forze dell’ordine da Palazzo Marino sugli ultimi scontri.

LIBERO MILANO

 


AREA C, PIROLA (SAP MILANO): NECESSARIA DEROGA PER GLI OPERATORI DELLE FF.OO.

Dopo l’aumento dei Ticket per l’Area C di Milano, il Segretario Provinciale del SAP Massimo Pirola dalle colonne di Libero Milano pensa già al da farsi per quando scadrà la deroga, concessa dalla giunta milanese agli operatori delle FF.OO. , sull’ingresso in Area C: “Ad ottobre scadrà la deroga che consente la circolazione in Area C”  spiega “Intendiamo chiedere un’ulteriore proroga di un anno per fare in modo che gli operatori possano continuare a girare per la città con la macchina privata senza divieti. All’interno della Ztl ci sono la Questura, tre Commissariati e la Caserma di Garibaldi dalla quale escono le volanti insieme ai colleghi che fanno servizio di piantonamento. Molti agenti, circa un centinaio, non potrebbero entrare nemmeno pagando il ticket. L’unica soluzione per loro sarebbe quella di cambiare la macchina, e non tutti hanno la disponibilità economica per farlo. In ogni caso tornare con i mezzi pubblici dove hanno lasciato l’auto, con i turni che fanno è praticamente impossibile. E il rischio è quello che si ritrovino a piedi in piena notte. Per questo abbiamo intenzione di presentare una richiesta formale di estensione della proroga per l’accesso ad Area C perlomeno a favore di coloro che fanno servizi di ordine pubblico e di polizia giudiziaria. Quello del Comune è un provvedimento che rischia di mettere in seria discussione gli equilibri familiari degli operatori. Non si può chiedere di sostituire la macchina a giovani poliziotti che devono vivere con 1.300 euro al mese.”

LIBERO – MILANO


CAOS PASSAPORTI, PIROLA (SAP MILANO) AD AGORÀ ESTATE SU RAI TRE: SIAMO SOVRACCARICHI E SOTTO ORGANICO DI DIECIMILA UNITÀ

Massimiliano Pirola, Segretario Provinciale del SAP di Milano, ai microfoni di Agorà Estate su Rai Tre, denuncia ancora una volta, le cause dei lunghi tempi di attesa per il rilascio dei passaporti che soffrono alcune Questure. Per il Segretario le ragioni sono da attribuirsi in parte alla Brexit ed in parte all’annosa carenza organica stimata in circa diecimila unità.

 


CARENZA VESTIARIO 220° CORSO A.A. : DOPO LA NOSTRA SEGNALAZIONE IL DIPARTIMENTO SI È ATTIVATO PER RISOLVERE IL PROBLEMA

Il 26 maggio scorso avevamo segnalato all’Ufficio Relazioni Sindacali alcune criticità emerse a seguito della distribuzione del vestiario ai colleghi del 220° Corso Allievi Agenti negli istituti di istruzione.

In particolare, ci era stato riferito che vi erano stati, evidentemente, problemi di approvvigionamento delle polo, dei pantaloni e delle giacche della divisa operativa soprattutto per il personale femminile e inoltre, in alcuni casi, erano giunte rimostranze relativamente alla distribuzione di capi con taglie largamente non commisurate alla corporatura.

In seguito alla nostra nota, la Direzione Centrale dei Servizi Tecnico Logistici e della Gestione Patrimoniale ha rappresentato di aver sostanzialmente risolto il problema, sanando la carenza segnalata relativa alla mancata distribuzione delle magliette polo mezza manica maschili e femminili agli allievi agenti, assegnando i materiali che si sono resi disponibili a seguito dell’accettazione di una nuova fornitura. Aggiungendo tuttavia che, per quanto concerne la distribuzione di pantaloni e di giacche della divisa operativa, esiste la possibilità che un’eventuale minima, fisiologica, carenza potrà essere colmata con le giacenze disponibili presso i magazzini dei Reparti ove il personale verrà assegnato. Per quest’ultima ragione restiamo a disposizione dei colleghi per raccogliere eventuali segnalazioni ove si presentasse la carenza di materiale.