PISTOIA, MANUEL LOIACONO CONQUISTA LA MEDAGLIA DI BRONZO DI BRASILIAN JIU JITSU

 

Lo scorso  16 Ottobre 2021 , al Palatorrino di Roma si sono svolti i campionati italiani di Brazilian Jiu Jitsu della Federazione Italiana Grappling Mixed Martial Arts, dove  ha partecipato  il nostro iscritto e  collega , Manuel Loiacono, 24enne, originario di Sassari,  agente della Polizia di Stato in servizio alle Volanti del Commissariato di Montecatini terme.
Manuel è riuscito ha conquistare la medaglia di bronzo , nella categoria pesi piuma .
Il SAP rivolge a lui, ed al suo allenatore Ivo De Iturbe i più sentiti complimenti per il prestigioso traguardo raggiunto e siamo certi che il futuro gli riserverà grandi successi sportivi.


UBOLDO (VA), BERETTA EXCELLENCE 2021: ANDREA ZILLI CAMPIONE ITALIANO

Un istruttore di tiro della Questura di Padova vince presso lo Shooting Club di Uboldo (VA) la finale del Beretta Excellence 2021 e conquista il titolo italiano nella division PCC. Si chiama Andrea Zilli e il 26 Settembre scorso si è imposto nell’ultima gara del prestigioso circuito di eccellenza Beretta conquistando il titolo di Campione Italiano. Alla prima edizione il torneo organizzato dalla fabbrica bresciana ha visto la presenza di alcuni tra i migliori sportivi del nostro paese. Si compete con diverse categorie di armi tra cui la carabina in calibro da pistola specialità vinta appunto dal nostro istruttore. La gara consta di 8 percorsi in cui gli sfidanti devono ingaggiare nel minor tempo possibile bersagli cartacei e metallici che possono essere statici o oscillanti. Un giudice di gara segue l’atleta durante il percorso per controllare che vengano rispettate scrupolosamente le severe norme di sicurezza e mediante un timer acquisisce il tempo finale dell’esercizio. Non colpire le sagome nella zona centrale e non abbattere i ferri comporta penalità in termini di secondi aggiunti al conteggio finale. Una penalità di un secondo per la zona vicina al centro, tre secondi per il bordo della sagoma e cinque secondi se questa viene mancata. Alla fine delle otto prove chi ha ottenuto il tempo minore vince la competizione. Dovendo sparare in movimento e scattare da un bersaglio all’altro risulta evidente che oltre ad una buona mira e alla perfetta padronanza dell’arma il gesto atletico è fondamentale.


MAGIONE (PG), TIRO DINAMICO: GIACOMO BOLZONI SI CONFERMA CAMPIONE ITALIANO

Lo scorso week end presso il poligono di Magione (PG) si è svolta la finale del campionato italiano di Tiro Dinamico, disciplina sportiva associata al CONI nella quale l’atleta deve effettuare dei percorsi nei quali sono presenti diversi bersagli cartacei e metallici che devono essere colpiti in maniera rapida e accurata.
L’agente Bolzoni Giacomo in servizio presso la Squadra Volante della Questura di Modena ha partecipato a questa competizione di livello internazionale classificandosi primo e confermando per il secondo anno consecutivo il titolo di Campione Italiano nella division Standard. Questa disciplina, nella quale vengono utilizzate armi comunemente in commercio e munizionamento reale, data la sua complessità, dinamismo e padronanza nell’utilizzo dell’ arma in sicurezza, risulta essere un ottimo ausilio all’addestramento al tiro di un operatore di Polizia impiegato nel controllo del territorio.


POZZUOLI (NA), TENTA SUICIDIO E VIENE SALVATO DALLA POLIZIA

POZZUOLI – Un tentativo di suicidio è stato scongiurato grazie al provvidenziale intervento di un poliziotto libero dal servizio e dai colleghi di una volante. E’ accaduto verso le 19 di oggi a Lucrino dove una donna di 32 anni, residente a Portici, ha tentato di lanciarsi sui binari della cumana. A notarla per primo è stato l’agente che l’ha vista uscire da un’auto e scavalcare la recinzione che separa i giardinetti con sottostante la linea ferroviaria. Alla scena hanno assistito numerosi passanti e automobilisti fermi nel traffico di via Miliscola.

I SOCCORSI – L’uomo è stato aiutato dai colleghi del commissariato di Pozzuoli che sono riusciti a bloccare la donna la quale, poco dopo, si è resa protagonista di atti di autolesionismo. Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza del 118 che le ha prestato i primi soccorsi per poi trasferirla in ospedale. La donna era giunta in città per trascorrere una giornata di festa insieme al compagno e al figlio minorenne. Sulle cause alla base del tentativo di suicidio indagano i poliziotti che in serata hanno acquisito la testimonianza dell’uomo.


NELLA CRONOSCALATA VERZEGNIS ANGELO LOCONTE CONQUISTA IL SECONDO POSTO ASSOLUTO

Angelo Loconte, portacolori della Eptamotorsport, nella classicissima cronoscalata friulana Verzegnis ha conquistato il secondo posto assoluto di gruppo Racing Start. Loconte è un Primo Dirigente della Polizia di Stato, per anni impegnato con successo nella lotta contro la criminalità nelle diverse sedi cui è stato in servizio; “the Doctor”, così come viene chiamato nell’ambiente delle corse, non è nuovo a queste imprese sportive. A lui rivolgiamo i nostri complimenti per i risultati raggiunti.


VINCENZO STASI, CONSIGLIERE SAP DI BRINDISI, VINCE LA MEDAGLIA D’ARGENTO AL CAMPIONATO ITALIANO DI DRESSAGE

Vincenzo Stasi ha conseguito la medaglia d’argento nel Campionato Italiano  Istruttori di Coppa Italia all’ Horses Riviera Resort di San Giovanni in Marignano. Vincenzo, Ispettore superiore della Polizia di Stato e consigliere Sap di Brindisi, nel salto ostacoli ha ricevuto già diverse soddisfazioni conquistando diversi podi individuali e a squadre in Liguria, vincendo il Campionato regionale primo grado in Toscana.  Nel 1998 è stato autorizzato a partecipare ai concorsi ippici con la divisa della Polizia di Stato. A lui e alla sua istruttrice, tra l’altro sua moglie, rivolgiamo i nostri complimenti per gli importanti traguardi sportivi raggiunti, sicuri che ne seguiranno degli altri.

 

 


MARCELL JACOBS NUOVO PRIMATISTA ITALIANO SUI 100 METRI. A LUI, NOSTRO ISCRITTO, LE CONGRATULAZIONI DI TUTTO IL SAP

Marcell Jacobs, atleta del 1994, è ora l’uomo più veloce d’Italia. L’atleta delle Fiamme Oro ha battuto il precedente record di Filippo Tortu (9’’.99) fermando il cronometro a 9’’.95 al meeting di Savona. Il campione europeo indoor dei 60 metri e neo primatista italiano è il secondo azzurro a scendere sotto la barriera dei 10 secondi. Al compiacimento per questo prestigioso risultato sportivo appena raggiunto, aggiungiamo la soddisfazione nel constatare che Marcell Jacobs, oltre ad essere un atleta di spicco del gruppo sportivo della Polizia di Stato delle Fiamme Oro, è anche un iscritto Sap. A lui i nostri più sentiti complimenti, con l’augurio che questo sia solo l’inizio di una lunga serie di primati sportivi.


GIACOMO LEONE: LA POLIZIA, LA PUGLIA, LA FIDAL E QUEL RECORD ANCORA IMBATTUTO…

Allegata a questa news c’è la bella e lunga intervista che il giornalista Valerio Nisi di “petroliomag.it” ha fatto al nostro Giacomo Leone. Come Ufficio Stampa, non potevamo non rivolgere al nostro collega e tesserato, alcune domande, rivolte, lo ricordiamo per i non appassionati di Atletica Leggera, ad uno dei più grandi esponenti dell’intera storia dell’Atletica Leggera Italiana e mondiale.

 

Periodo di celebrazioni: neo vice ispettore e recente conferma a Presidente della FIDAL Puglia ottenuta con l’83% dei suffragi: “Oggi è il mio primo giorno da Vice Ispettore. Sono contento. Come pure essere rieletto con un tale suffragio mi rende davvero orgoglioso. Non è facile l’attività politica, e vedere i consensi che arrivano dalla base significa molto per me. Non è facile conquistare la fiducia di chi ti deve poi votare, e devi impegnarti giorno dopo giorno. Amo parlare dopo i fatti, forse questo mi ha premiato”.

E a proposito di fatti, in quattro anni parliamo di 300 nuovi tecnici formati e tante nuove strutture per la pratica dell’Atletica Leggera in Puglia: “Mi sento molto coinvolto. Questa è la mia terra, e nei prossimi 4 anni voglio continuare ad impegnarmi al massimo per i giovani della Puglia. Vorrei tanto che capissero che lo sport è salute, disciplina, e che con la perseveranza e l’impegno si raggiungono i massimi risultati. Certo, ci vogliono anche le strutture adatte, e per questo, non abbasserò certo la mia attenzione”.

Era molto più facile gareggiare piuttosto che gestire la politica sportiva?: “Assolutamente si! Sapevi chi erano i tuoi avversari, quanto valevano e ti allenavi. Oggi è molto diverso, tanti gli aspetti da curare, da valutare. E soprattutto da studiare. Ecco, reputo giusto che nello sport chi ha gareggiato a certi livelli occupi poltrone politiche, ma a patto che si metta d’impegno a studiare. Faccio un esempio: studiare anche le leggi europee e capire perchè in Italia tutti i fondi PON a disposizione della scuola, non vengono mai utilizzati per lo sport. Assurdo”.

Leone, ma lo sà che un poliziotto italiano, fresco Vice Ispettore, è stato l’ultimo atleta europeo ad aver vinto la Maratona di New York nel lontano 1996?: “Ricordo tutto. Ero un pazzo convinto che avrebbe vinto la Maratona più importante al mondo. L’avevo capito nove mesi prima!”

Ci racconti!: “Avevo partecipato con Sergio Baldini (ndr, altro campione italiano, ex FFOO anche lui, che vinse la Maratona alle Olimpiadi di Atene nel 2004) ai mondiali di mezza maratona. La mezza maratona è qualcosa di diverso. Allenante, ma diverso. Eppure arrivai nono, un ottimo risultato per chi come me era più preparato per la maratona. E ricordo che Baldini che vinse il titolo. Pensai che se quelli erano i miei tempi, allenandomi bene avrei fatto qualcosa di importante a New York”.

E così è andata!: “Ricordo i tifosi di New York che lungo tutto il percorso mi incitavano “Go Italy, Go Italy” e io volavo. Mi sentivo troppo bene, e quando tagliai il nastro all’arrivo dissi “cosa ho combinato!”.

In effetti l’hai combinata talmente grossa che da quel lontano 1996, in tutta Europa, non c’è riuscito più nessuno. Perchè?: “Gli atleti del continente africano hanno basi ottime, allenatori europei, ma una condizione che da noi non trovi quasi più: hanno fame di vittoria. Fame vera. E quella fa la differenza. E poi, parlo della nostra Italia, non esiste più quel meraviglioso serbatoio chiamato Giochi della Gioventù. Negli anni 80 selezionavi più di 150.000 atleti, oggi non si arriva nemmeno ad un decimo”.

 

La nostra breve intervista finisce qui, grati a Giacomo Leone, di averci regalato momenti di bellissima emozione sportiva. Di seguito l’intervista del giornalista Valerio Nisi.


ANTONIO TONDI ELETTO PRESIDENTE DEL COMITATO REGIONALE PUGLIA DELLA FEDERAZIONE ITALIANA TRIATHLON

Le nostre congratulazioni ad Antonio Tondi (Vice Segretario del SAP Lecce) che è stato eletto Presidente del Comitato Regionale FITRI (Federazione Italiana Triathlon) Puglia.