BUON LAVORO ON. TONELLI

Oggi iniziano i lavori per l’elezione del Presidente della Repubblica. L’On. Gianni Tonelli, Segretario aggiunto del SAP, è uno dei 1009 Grandi Elettori che avranno la grande responsabilità di eleggere il futuro Presidente.
Dice l’on. Tonelli al settimanale Sabato Sera (Imola): “Devo dire che è un pezzo che ci sto pensando: essere grande elettore comporta una grande responsabilità. La cosa mi riempie di orgoglio e penso che anche mio padre, se fosse in vita, ne sarebbe orgoglioso”.
Per noi è un grande onore, che il nostro Segretario Aggiunto, sia tra coloro che potranno eleggere la prima carica dello Stato, il Presidente della Repubblica. Orgogliosi del fatto che uno di noi, dopo aver lottato lungamente per la nostra categoria, sia giunto a questi livelli e ci rappresenti nel migliore dei modi.
Buon Lavoro on. Tonelli, orgogliosi di essere SAP.


PAOLONI A RESTART 264 – LA VERA STORIA DELLE BODYCAM

Durante l’intervista Stefano Paoloni spiegherà nello specifico il perché della battaglia intrapresa a favore delle bodycam, approfondendo anche quelli che sono alcuni dei “cavilli” giudiziari che hanno portato alla scelta di adottare le stesse.
“Una notizia importante quella dell’arrivo delle bodycam, una battaglia che stiamo affrontando da 9 anni. Iniziata nel 2013 per rendere i nostri servizi più trasparenti e anche per avere da parte nostra una tutela maggiore per affrontarli.” Ed è con uno sguardo al passato, che il Segretario Generale del SAP, ricorda come nel lontano 2013, sia stata fatta una campagna provocatoria dal nome “Verità e Giustizia” e supportata anche dai cittadini, che ritennero giusto dare una mano anche per una loro tutela. Con l’acquisto di Spy-Pen che video-fono registravano i servizi dei colleghi e che servivano anche ad evincere se ci fosse un corretto operato da parte degli stessi, si è dato inizio alla battaglia per ottenere le bodycam.


«SERVONO CORPETTI ANTIPROIETTILE» COSI’ STEFANO PAOLONI A RADIO24

Così Stefano Paoloni a Radio24: «E’ importante che ci siano dotazioni e mezzi adeguati… Ma soprattutto i corpetti antiproiettile per i quali è stata fatta una sperimentazione. Speriamo possano essere forniti al più presto».
Un avvenimento increscioso, che ha riaperto il File sicurezza, ripuntando l’occhio di bue sulla necessità di dotazioni adeguate. Dopo i Taser adesso urge la consegna dei corpetti antiproiettile in sperimentazione.

 


CONVOCAZIONE SEDUTA CONSIGLIO PER LE RICOMPENSE PER MERITI STRAORDINARI E SPECIALI DEL 26 GENNAIO 2022

Sono disponibili nella nostra area riservata i report della riunione del Consiglio per le ricompense per meriti straordinari e speciali che si terrà il prossimo 26 gennaio 2022.

Per la consultazione è possibile far riferimento alle Segreterie Provinciali.


DUE POLIZIOTTI FERITI CON ARMA DA FUOCO A TARANTO. URGE L’ARRIVO DEI GIUBBETTI ANTIPROIETTILE

Dice Stefano Paoloni: «Questo episodio evidenzia ancora la necessità e l’urgenza di avere in dotazione, i nuovi giubbetti antiproiettile indossabili dagli agenti durante il servizio, come quelli attualmente in fase di sperimentazione. Pertanto, ci sembra chiaro, che sia necessario che vengano superate le lungaggini burocratiche e che al più presto possano essere utilizzati dai colleghi che operano di pattuglia nelle strade».

IL VIDEO 

 

Taranto sindacato polizia su sparatoria servono giubbotti antiproiettile
sabato 22/01/2022 15:49

Roma 22 gen. LaPresse – Siamo stati informati su un evento increscioso e gravissimo accaduto nella tarda mattinata di oggi. Due poliziotti due colleghi durante lo svolgimento delle loro mansioni sono rimasti feriti in un conflitto a fuoco in viale Magna Grecia a Taranto. Sembrerebbe che gli agenti fossero sulle tracce di un uomo che aveva rubato un porche e sul quale era stata fatta una segnalazione. Durante la richiesta di riconoscimento del soggetto quest’ultimo avrebbe impugnato una pistola prendendo di sorpresa i colleghi e sparando alcuni colpi. Subito dopo aver premuto il grilletto l’uomo sarebbe fuggito dileguandosi. Ma la prontezza degli operatori ha permesso l’arresto dello stesso subito dopo l’accaduto . Cosi’ Stefano Paoloni segretario generale del Sap il sindacato autonomo di polizia. Segue . CRO NG01 gib 221546 GEN 22


SGOMBERO AL CIRCOLO DI CASA POUND. SCONTRI CON LA POLIZIA. UNA “TRAPPOLA”

Il servizio si è rivelato una vera e propria “trappola” per i colleghi in campo, dove si sono riscontrati diversi feriti tra gli operatori del Reparto Mobile. Uno tra questi piuttosto serio, che ha riportato la frattura di uno zigomo, dell’orbita dell’occhio e del setto nasale e che è stato ricoverato in ospedale per essere operato, oltre a vari altri colleghi feriti in modo più lieve. Esprimiamo pertanto solidarietà e vicinanza ai colleghi colpiti, augurando loro una pronta guarigione.

 

 


SAP FLASH NR. 04 DEL 24 GENNAIO 2022


È on line il Sap Flash nr. 04 del 24 Gennaio 2022. Per scaricarlo clicca sul pulsante sottostante.


ISTITUZIONE ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE PER FIGLI A CARICO

Con il D.lgs. 21.12.2021, n.230 è stato istituito l’assegno unico e universale per i figli a carico, in attuazione della delega conferita al Governo ai sensi della legge delega 1° aprile 2021, n.46.  L’assegno unico assorbirà i benefici e si applicherà, a regime, dal 1° marzo 2022, fino a tale data, rimarranno immodificate non solo le misure in via di abrogazione (assegno nucleo familiare), ma anche le detrazioni previste per i medesimi familiari a carico.

Per tutti gli approfondimenti del caso si rimanda alla circolare in allegato.


POLFER E FORMAZIONE TASER INSUFFICIENTE

Dopo aver già scritto recentemente al Capo della Polizia in merito all’insufficiente numero di operatori delle UPGSP delle Questure destinati al programma di formazione per l’Utilizzo dell’arma ad impulsi elettrici “Taser mod.X2”, abbiamo sensibilizzato l’Amministrazione circa la medesima esigenza che coinvolge anche gli uffici della Polizia Ferrovia.

Abbiamo chiesto, infatti, di valutare, per i prossimi programmi formativi in materia, il coinvolgimento di un maggior numero di operatori della Specialità ferroviaria.

Un’attenzione maggiore in tale senso anche per gli operatori della Polfer, a nostro avviso porterebbe enormi vantaggi operativi nella gestione in sicurezza dei vari interventi, soprattutto all’interno di un’area, come quella della stazione ferroviaria e delle zone limitrofe, spesso affollata ed esposta al degrado.