TRASFERIMENTI RUOLO ISPETTORI: NELLA NOSTRA AREA RISERVATA LE VELINE

Sono disponibili nella nostra area riservata le veline di trasferimento del ruolo Ispettori pubblicate in data odierna.

E’ stato precisato che i movimenti disposti avranno una decorrenza diversificata, fissata all’11 dicembre 2023 per un primo gruppo e al 12 febbraio 2024 per un secondo, in considerazione della differente anzianità di sede maturata dai dipendenti interessati.

 


OSSERVAZIONI SAP ALLO SCHEMA DEL DECRETO RECANTE LE MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DEI CONCORSI E DEI CORSI PER L’ACCESSO ALLA QUALIFICA DEL RUOLO DEGLI ISPETTORI

In riferimento al decreto del Capo della Polizia-Direttore generale della pubblica sicurezza recante le modalità di svolgimento dei concorsi e dei corsi di formazione per l’accesso alla qualifica iniziale del ruolo degli ispettori della Polizia di Stato mediante concorsi interni ai sensi dell’art. 2, comma 1, lettere c-ter) e c-quater) del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95, il SAP ha inviato le proprie osservazioni al Dipartimento con la nota allegata.

LA NOTA DEL SAP


COMMISSIONE RUOLO AGENTI-ASSISTENTI, SOVRINTENDENTI, ISPETTORI, ORDINARI E TECNICI: ESITI RIUNIONE DEL 24 LUGLIO 2023

La DAGEP ha comunicato l’esito dei lavori delle Commissioni degli Agenti Assistenti, Sovrintendenti e Ispettori Ruoli Ordinari e Tecnici, svoltesi il 24 luglio scorso, aggiungendo che, sul portale Doppiavela, è stata pubblicata la velina finale delle procedure di scrutinio per merito comparativo (la trovi disponibile anche nella nostra Area Riservata), relative alle vacanze registrate al 31 dicembre 2022, per il conferimento della qualifica di Sostituto Commissario e Sostituto Commissario Tecnico, nei confronti degli Ispettori Superiori e degli Ispettori Superiori Tecnici che al 1° gennaio 2023 hanno maturato l’anzianità prevista.
ESITO LAVORI COMMISSIONI


PUBBLICATA LA GRADUATORIA DI MERITO DEL CONCORSO PER 1141 VICE ISPETTORI DELLA POLIZIA DI STATO

È disponibile nella nostra Area Riservata la graduatoria di merito del Concorso per 1141 Vice Ispettori della Polizia di Stato.

Per la consultazione della stessa ci si potrà rivolgere alle Segreterie Provinciali.


RUOLO ISPETTORI: APERTURA DEL PORTALE MOBILITÀ PER LA REVOCA DELLE ISTANZE DI TRASFERIMENTO

La DAGEP ha comunicato che dal 10 al 14 luglio 2023 il Portale Mobilità verrà riaperto per il Ruolo Ispettori, per consentire esclusivamente la revoca dell’istanza di trasferimento, senza possibilità di integrazione o modifica anche parziale della stessa. Di seguito si riporta la circolare citata.

LA CIRCOLARE


CONCORSO 192 POSTI PER VICE ISPETTORE TECNICO SETTORE TELEMATICA: PUBBLICATA LA GRADUATORIA

La DAGEP ha comunicato che, in data odierna, è stata pubblicata sul sito, con avviso sulla Gazzetta Ufficiale, il decreto di approvazione della graduatoria e dichiarazione dei vincitori del concorso Concorso Pubblico per 192 posti Vice Ispettore tecnico della P.di S. nel settore di impiego telematica.

La graduatoria è consultabile a questo link 👉🏻 POLIZIADISTATO.IT


CONCORSO 1.000 VICE ISPETTORI (BANDO 2020): CRITICITÁ ASSEGNAZIONI PERSONALE INTERNO, NOTA AL DIPARTIMENTO

Nella data di ieri, 7 giugno 2023, abbiamo inviato una nota al Dipartimento della P.S. poiché riteniamo che che l’art. 20, co. 3, del bando del Concorso Pubblico per esami, per l’assunzione di 1.000 allievi Vice Ispettori della Polizia di Stato, successivamente aumentati a 1500 unità, indetto con decreto del Capo della Polizia del 23 dicembre 2020 non sia applicabile al personale già appartenente ai ruoli della Polizia di Stato.

In particolare, il citato art. 20, co. 3, prevede che “ciascun vice ispettore è assegnato ad un ufficio non avente sede nella regione di nascita né in quella di residenza alla data di adozione del presente bando, né in quelle limitrofe; a tali fini, la Regione Siciliana è considerata limitrofa alla Regione Calabria e la Regione Sardegna è considerata limitrofa alla Regione Lazio”. Le preclusioni territoriali derivanti da tale norma generano effetti di notevole portata nei confronti dei colleghi “interni”, costretti ad abbandonare la loro sede di servizio ed anche i loro affetti più cari.

Non bisogna dimenticare, infatti, che si tratta di colleghi che in alcuni casi hanno raggiunto l’attuale sede di servizio dopo anni di sacrificio e che, per realizzare la meritata progressione di carriera, si ritrovano costretti a stravolgere la loro organizzazione professionale e familiare. In altri casi, invece, si tratta di colleghi che hanno già patito l’applicazione dei principi di incompatibilità nella prima fase assunzionale, con contestuale assegnazione in sedi diverse da quelle di origine, di residenza e limitrofe.

Ragionando in particolare su quest’ultima evenienza, la vicenda assume tinte paradossali, perché i predetti colleghi, richiesta la residenza nella sede di servizio assegnata in applicazione dei predetti criteri, sarebbero soggetti ad una seconda preclusione territoriale, ritrovandosi nuovamente in una situazione di incompatibilità con la regione di servizio e quelle limitrofe.

Pertanto abbiamo chiesto di disapplicare la norma sull’incompatibilità territoriale per i soggetti già appartenenti ai ruoli della Polizia di Stato in quanto irragionevole e inopportuna per le ragioni sopra esposte.

 

LA NOSTRA NOTA


MOBILITA’ RUOLO ISPETTORI: VALUTAZIONE ANZIANITA’ FINO A FEBBRAIO 2024

Facendo seguito alla circolare 12428 del 11/4/23, la DAGEP ha comunicato che saranno valutate anche le aspirazioni di trasferimento dei dipendenti che matureranno il requisito dell’anzianità di sede minima richiesta entra il mese di febbraio 2024

LA CIRCOLARE


CRITICITÀ NELLA PROCEDURA DI MOBILITÀ ORDINARIA NEI RIGUARDI DEL 15° CORSO ISPETTORI: ABBIAMO SCRITTO AL DIPARTIMENTO

A seguito delle numerose segnalazioni raccolte da questa Segreteria Generale, in data odierna, abbiamo provveduto a scrivere al Dipartimento per rappresentare le criticità emerse nella procedura di mobilità ordinaria a discapito dei colleghi del 15° Corso Ispettori.

In particolare, la circolare emanata in data 11 aprile u.s., recante “Procedure mobilità ordinaria del personale del ruolo degli Ispettori. Apertura del portale mobilità” ha adottato un criterio stringente, prevedendo espressamente che “saranno valutate le aspirazioni di trasferimento dei dipendenti che matureranno il requisito dell’anzianità di sede minima richiesta entro il mese di dicembre 2023” tale previsione pertanto, mina seriamente le aspettative dei colleghi del 15° Corso Ispettori che, dopo aver già perso la sede, resteranno esclusi dalla procedura di mobilità solo perché matureranno l’anzianità di sede in data 4 febbraio 2024, poco più di un mese oltre il termine del 31 dicembre 2023 indicato dalla predetta circolare.

Si tratta di circa 200 colleghi che dopo un anno e 11 mesi di disagi economici e familiari, derivanti dalla perdita della sede, si vedono nuovamente pregiudicati per un cavillo temporale, che produce conseguenze devastanti.

È forte il rischio che, soprattutto nelle piccole Questure, i predetti colleghi non facciano più rientro in sede, alla luce della saturazione dei posti che si andrebbe a verificare a seguito dell’immissione in ruolo dei vincitori della procedura concorsuale interna in atto e delle future assegnazioni del 17° corso, che coinvolgerà un totale di 2497 unità (1141 unità per concorso e 1356 unità per ampliamento).

Per quanto sopra abbiamo richiesto di tenere in considerazione l’ipotesi di far accedere a tale procedura di mobilità anche i colleghi del 15° Corso Ispettori, evitando loro il protrarsi di un disagio che assume le tinte di un’intollerabile discriminazione.

LA NOSTRA NOTA AL DIPARTIMENTO