SICUREZZA: PAOLONI (SAP), IMPORTANTI INTERVENTI DI GOVERNO PER RINNOVO CONTRATTI DI LAVORO E PER GARANZIE PROFESSIONALI

SICUREZZA: PAOLONI (SAP), IMPORTANTI INTERVENTI DI GOVERNO PER RINNOVO CONTRATTI DI LAVORO E PER GARANZIE PROFESSIONALI

«Il Presidente del Consiglio ha preannunciato gli impegni della legge di stabilità per il Comparto Sicurezza, prevedendo uno stanziamento per il rinnovo dei contratti di quasi 1,5 miliardi di...
image_pdfimage_print

«Il Presidente del Consiglio ha preannunciato gli impegni della legge di stabilità per il Comparto Sicurezza, prevedendo uno stanziamento per il rinnovo dei contratti di quasi 1,5 miliardi di euro, che corrisponderebbero indicativamente a circa 180 euro medi in più sullo stipendio. Un segnale importante per il comparto sicurezza». Ad affermarlo è il Segretario Generale del SAP, Stefano Paoloni, dopo l’incontro a Palazzo Chigi con il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, i Ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, dell’Interno, Matteo Piantedosi, della Giustizia, Carlo Nordio, della Difesa, Guido Crosetto, dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, per la Pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo, e i sottosegretari Alfredo Mantovano e Giovanbattista Fazzolari.

«Questo sforzo economico – prosegue Paoloni – è certamente apprezzabile, soprattutto in questo contesto, quindi auspichiamo veramente di poter partire il prima possibile con il rinnovo dei tre contratti di lavoro, uno per tutto il personale e due dell’area negoziale dirigenziale. È chiaro che lo riteniamo l’inizio di un percorso, perché riferendoci ai colleghi della Comunità Europea, con i Paesi sostanzialmente equivalenti ai nostri, vi sono retribuzioni di partenza di 2.100 euro in Francia o 2.300 euro in Germania, rispetto ai 1.500 nostri. Retribuzioni adeguate sono indispensabili per garantire un’esistenza libera e dignitosa alle nostre famiglie ma soprattutto per la garanzia della funzione».

«Apprezzabile anche lo stanziamento di 60 milioni di euro per il finanziamento della specificità della nostra professione che deve remunerare il rischio e il disagio del nostro servizio. Importanti anche i fondi per tutela legale, assicurazione infortuni e previdenza dedicata», aggiunge Paoloni, precisando che «le norme sulla tutela della funzione sono altrettanto importanti: se da una parte è vero che le Forze dell’Ordine sono sempre tra le prime istituzioni ad avere il consenso dei cittadini dall’altra è venuta in parte meno l’autorevolezza. Inasprire le pene per violenza, oltraggio e resistenza è una richiesta che il SAP avanza da tempo ed è indispensabile per garantire tutti gli uomini in divisa. Abbiamo chiesto che, in abbinamento a queste norme, siano introdotte per tutti le telecamere sulle auto e sulle divise per dare piena trasparenza al nostro agire. Non vogliamo tutele superiori rispetto a un normale cittadino, ma vogliamo poter svolgere la nostra funzione».

«Riconosciamo – conclude Paoloni – al Presidente del Consiglio, a tutti i Ministri del comparto, ma anche al Vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri e al Sottosegretario all’Interno Nicola Molteni il grande lavoro svolto per il raggiungimento di questi importanti obiettivi e per l’impegno politico profuso».

 

AGENPARL

 

 

INFODIFESA.IT

INFORMAZIONE.IT

Letta 5.470 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi