ROSARIO INDELICATO PRESIDENTE NAZIONALE SAP - SEMPRE AL SERVIZIO DELLA COLLETTIVITÀ SIA DA POLIZIOTTO CHE DA SINDACALISTA

ROSARIO INDELICATO PRESIDENTE NAZIONALE SAP – SEMPRE AL SERVIZIO DELLA COLLETTIVITÀ SIA DA POLIZIOTTO CHE DA SINDACALISTA

Rosario Indelicato, Sostituto Commissario della Digos di Catania, Presidente Nazionale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), tra qualche giorno andrà in pensione. Definito una memoria storica per la città,...
image_pdfimage_print

Rosario Indelicato, Sostituto Commissario della Digos di Catania, Presidente Nazionale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), tra qualche giorno andrà in pensione. Definito una memoria storica per la città, Rosario ricorda tra le molte cose un momento che lasciò un segno indelebile nella sua vita. Sui derby tra rosazzurri e il Palermo, Rosario Indelicato non ha dubbi sul ricordare come fossero impegnativi anche per le Forze dell’Ordine. “Si lavorò sodo. Questa furia di persone – alcune, ovviamente, non la maggioranza che non erano veri tifosi, mi è rimasta impressa. Dagli Anni ’90 fino al giorno della morte dell’ispettore Raciti ogni settimana accadeva di tutto contro le forze dell’ordine. Nei 41 anni di servizio questo ricordo mi mette sempre tristezza. Mi porto sempre dentro l’effetto della violenza del branco”.
Alla domanda su come visse il 2 febbraio 2007 il Presidente del SAP mostra ancora viva emozione “Ero allo Stadio, libero dal servizio, con un collega. Alla fine del primo tempo uscendo dalla tribuna A si avvertiva aria pesante. Cercammo pure di togliere dalle mani dei tifosi le bottiglie che qualcuno tirava da un settore all’altro“. Così il giornalista scrive “Dal 2 febbraio in poi l’ordine e la sicurezza allo stadio sono cambiati anche grazie al suo intervento in una tv nazionale”.

LA SICILIA

Letta 1.053 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi