PROGETTO MERCURIO EXTENDED: IL SAP RIBADISCE LA BONTÀ DEL PROGETTO, MA MANTIENE LE RISERVE SULLA SICUREZZA DEL PERSONALE

PROGETTO MERCURIO EXTENDED: IL SAP RIBADISCE LA BONTÀ DEL PROGETTO, MA MANTIENE LE RISERVE SULLA SICUREZZA DEL PERSONALE

Questa mattina, in videoconferenza, si è svolta l’ennesima riunione concernente il progetto MERCURIO EXTENDED. Alla riunione per l’Amministrazione erano presenti il Capo della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza,...

Questa mattina, in videoconferenza, si è svolta l’ennesima riunione concernente il progetto MERCURIO EXTENDED. Alla riunione per l’Amministrazione erano presenti il Capo della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Prefetto Sergio Bracco, il Direttore Centrale Anticrimine Prefetto Francesco Messina, il Direttore della Direzione Centrale Servizi Tecnico Logistici e Gestione Patrimoniale Prefetto Clara Vaccaro, il Direttore della Direzione Centrale di Sanità dr. Fabrizio Ciprani, il Direttore dell’Ufficio Relazioni Sindacali Dott.ssa Maria De Bartolomeis.

In apertura il prefetto Vaccaro ha ribadito che l’Amministrazione, per l’installazione dei dispositivi all’interno dell’abitacolo previsto dal progetto oggetto dell’odierna riunione (telecamera e tablet), ha eseguito tutte le procedure tecnico-giuridiche stabilite al fine di poter apportare modifiche alle autovetture. Nel caso di specie sono state effettuate la validazione da parte della Direzione Centrale Anticrimine rispetto ai requisiti operativi richiesti per rendere efficace il sistema, la validazione specifica relativa alle modifiche apportate all’interno dell’abitacolo da parte della casa madre produttrice dell’auto e infine l’omologazione da parte della Motorizzazione Civile. Inoltre, ritenendo così di aver ottemperato a tutti gli obblighi previsti dalla normativa, ha dichiarato di aver fugato le perplessità avanzate dalle OO.SS. rispetto alla sicurezza degli operatori. Infine, ha comunicato ai presenti che vi sono degli obblighi contrattuali con l’azienda che ha provveduto all’installazione dei dispositivi che impediscono di apportare modifiche alla collocazione del tablet e delle telecamere e che per far ciò bisogna attendere la scadenza del contratto prevista per il 2025.

Il prefetto Messina ha comunicato che il Dipartimento ha già approntato 700 vetture e che altrettante sono quelle in via di approntamento.                                            Il direttore Cipriani, chiamato a esprimere una valutazione in ordine alla sicurezza del personale operante, ha sostanzialmente detto che è difficile una valutazione degli eventuali rischi in quanto sono diversi i fattori concorrenti ed esterni al sistema stesso; si tratta di uno studio complesso deve intervengono e interagiscono numerose variabili.

Il SAP, nel ribadire il giudizio positivo rispetto alla valenza del progetto sotto l’aspetto operativo, ha nuovamente sottolineato le riserve rispetto al potenziale pericolo per la sicurezza degli operatori rappresentato dalla collocazione del tablet e della telecamera all’interno dell’abitacolo e ha chiesto di conoscere se l’Amministrazione, ai sensi della Legge 81/2008,  abbia valutato i rischi per la salute e la sicurezza del personale in conseguenza alle modifiche apportate all’interno dell’autovettura.

Il Prefetto Messina, condividendo le argomentazioni delle OO.SS. ha convenuto che è necessario convocare una riunione per effettuare in questa fase una valutazione del rischio per dare indicazioni ai Questori su come aggiornare il DVR.

Il Prefetto Bracco ha concluso che, dopo ulteriore consultazione con la Direzione Centrale di sanità, ci sarà un nuovo incontro con le OO.SS.

Letta 1.332 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi