CONTRATTO PERSONALE NON DIRIGENTE TRIENNIO 2019-2021: RIFLESSI PENSIONISTICI E PREVIDENZIALI

CONTRATTO PERSONALE NON DIRIGENTE TRIENNIO 2019-2021: RIFLESSI PENSIONISTICI E PREVIDENZIALI

Nel supplemento ordinario n.21/L della Gazzetta Ufficiale n.126 del 31 maggio 2022 è stato pubblicato il decreto del Presidente della Repubblica concernente il Recepimento dell’accordo sindacale per il personale...
image_pdfimage_print

Nel supplemento ordinario n.21/L della Gazzetta Ufficiale n.126 del 31 maggio 2022 è stato pubblicato il decreto del Presidente della Repubblica concernente il Recepimento dell’accordo sindacale per il personale non dirigente delle forze di polizia per il triennio normativo ed economico 2019-2021. Il contratto ha determinato, tra le altre cose, l’aumento del valore del punto parametrale, dell’indennità pensionabile (dal 1° febbraio 2021) e dell’assegno di funzione per alcune qualifiche. I benefici economici risultanti dal nuovo accordo sono corrisposti integralmente anche al personale cessato dal servizio con diritto alla pensione. Nella circolare di seguito allegata vengono esposte in sintesi le procedure che gli uffici dovranno adottare affinché l’INPS possa procedere alla rideterminazione del trattamento economico alla data di cessazione, con gli effetti relativi anche alla buonuscita. Infine, nel medesimo documento, vengono fornite indicazioni utili sull’adeguamento ISTAT del trattamento economico del personale dirigente della Polizia di Stato con i relativi riflessi pensionistici e previdenziali.

Letta 5.089 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi