COMMISSIONE PARITETICA QUALITÁ E FUNZIONALITÁ DEL VESTIARIO: ESITO DELLA RIUNIONE – Sindacato Autonomo di Polizia

COMMISSIONE PARITETICA QUALITÁ E FUNZIONALITÁ DEL VESTIARIO: ESITO DELLA RIUNIONE

Si è svolta nella modalità della videoconferenza la Commissione paritetica per la qualità e funzionalità del vestiario durante la quale si è finalmente appreso che è stata ultimata con...

Si è svolta nella modalità della videoconferenza la Commissione paritetica per la qualità e funzionalità del vestiario durante la quale si è finalmente appreso che è stata ultimata con successo la sperimentazione del nuovo passante per la fondina in polimeri il quale, grazie alla nuova geometria semplificata di realizzazione e all’impiego di un materiale più elastico rispetto a quello della prima fornitura, ha ottenuto un notevole miglioramento. Abbiamo sollecitato una veloce distribuzione degli 80.000 pezzi del primo e secondo lotto per sanare la disformità di utilizzo di fondine e cinturoni in uso nei vari reparti d’Italia.

Sono state poi analizzate le nuove protezioni esterne per i servizi di Ordine Pubblico: grazie ai materiali utilizzati, più performanti, sarebbero garantiti una miglior agilità dei movimenti, un peso ridotto dagli attuali 15 Kg a 7 Kg e una miglior protezione. L’Amministrazione intende acquistarne circa 5.500 pezzi da distribuire come dotazione individuale. Stante le aumentate esigenze di Ordine Pubblico e di sicurezza degli operatori si è chiesto anche per queste attrezzature di provvedere all’immediata acquisizione e distribuzione non appena ultimate le sperimentazioni presso i Reparti Mobili individuati.

Per quanto riguarda l’esigenza di sostituire le attuali combinazioni per i servizi motomontati di Polizia Stradale che vanno adeguate alla nuova normativa europea non si è potuto valutare alcun nuovo modello poiché non è stato presentato nessun prototipo. Il SAP ha comunque fatto presente che la soluzione da individuare dovrà in primis migliorare le condizioni di Sicurezza per la Specialità che registra ogni anno il maggior numero di vittime per incidenti stradali e al tempo stesso garantire una vestibilità migliore e il confort termico adeguato a seconda della stagione di utilizzo.

Sulla proposta di adozione di un gilet tattico per i servizi operativi è stato deciso di rimandare le valutazioni ad altro appuntamento, considerata la mancanza di un idoneo prototipo che sia in grado di combinare le esigenze di confort con l’utilizzo al bisogno del giubbotto anti proiettile attualmente in dotazione.

Si è appresa infine la notizia che finalmente entro gennaio/febbraio del prossimo anno verranno distribuite a tutti i Reparti le divise operative .

In relazione a ciò è stato affrontato anche l’annoso tema dell’esigenza di dotare finalmente il personale di idoneo g.a.p. sottocamicia: a nostro avviso si deve individuare un giubbetto balisticamente resistente oltre che idoneo a proteggere l’operatore da lame e punteruoli. Si tratta di un investimento che va fatto a beneficio di tutti gli operatori di Polizia, nessuno escluso. Anche su quest’ultimo punto la discussione andrà sviluppata nei prossimi incontri.

Riguardo ai Reparti UOPI è stata rappresentata la possibilità di avere scudi, occhiali balistici e altro materiale specifico mentre per quanto riguarda una nuova divisa non è in fase di studio nessun nuovo prototipo.

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 1.550 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com