ARRIVANO I RINFORZI – Sindacato Autonomo di Polizia

ARRIVANO I RINFORZI

Nel pomeriggio odierno si è svolta la riunione tra l’Amministrazione della P.S. e le parti Sindacali, relativa al piano dei potenziamenti per l’anno 2019/20, alla presenza del Sottosegretario all’Interno...

Nel pomeriggio odierno si è svolta la riunione tra l’Amministrazione della P.S. e le parti Sindacali, relativa al piano dei potenziamenti per l’anno 2019/20, alla presenza del Sottosegretario all’Interno On. Nicola Molteni. L’Amministrazione è stata rappresentata dal Direttore Centrale delle Risorse Umane dott. Scandone, dal Prefetto Bontempi, dal Direttore Centrale delle specialità dott. Forgione, e dal Direttore Servizio Agenti/Sovrintendenti dott.ssa Terribile.

Dopo l’esposizione del programma di ripartizioni delle risorse umane per le Questure e Specialità, il Sap ha espresso apprezzamento per la nuova politica sulla sicurezza di questo esecutivo concretizzatasi con l’assunzione di circa 3000 nuovi Agenti nella Polizia di Stato che, oltre a compensare il necessario turnover, prevede una prima importante implementazione degli organici. È stato rappresentato, però, che ci si aspetta dal Dipartimento, un analogo cambiamento delle politiche organizzative. Difatti, il Sap, è categoricamente contrario all’assegnazione del 30% di Agenti di nuova nomina per le sedi in cui occorrono, per essere trasferiti, molti anni di permanenza in altre città.

Politiche sbagliate di assegnazione del personale non possono ricadere su chi, da troppi anni, attende un trasferimento per avvicinarsi ai propri affetti. Il Sap è l’unico Sindacato a sostenere ciò, poiché le altre OOSS non hanno rivolto alcuna opposizione alla non sostenibile posizione del Dipartimento il quale vuole propinare la tesi secondo cui i neo assunti vengano assegnati in sopra numero nelle predette sedi.

Per quanto riguarda il piano di potenziamento, abbiamo sottolineato la necessità che questo preveda prioritariamente l’assegnazione di personale negli uffici delle specialità resi, di fatto, inoperativi per carenza di organico. In particolare, le prime assegnazioni, riteniamo debbano essere indirizzate agli uffici della Polizia Postale, debilitati da grave carenza organica. Si pensi ad esempio, alle città: Vibo Valentia, Varese, Vercelli, Prato, Chieti, Isernia, senza trascurare la Bat (Barletta / Andria/ Trani).

Inoltre, è di fondamentale importanza rafforzare gli uffici di frontiera, poiché avendo bloccato gli accessi dal Nord Africa, stanno, per contro, aumentando dalla parte della frontiera terrestre e aerea.

Ancora, andranno rafforzate le neo Questure di Fermo e Monza, per permettergli una piena operatività, così come andrà definitivamente risolta la questione delle Squadre Nautiche, riconoscendogli un’adeguata dotazione di personale

L’amministrazione per avere una mobilità più trasparente ed efficiente, ha precisato che migliorerà l’operatività del portale e sarà gradualmente resa applicabile la circolare del 2012 relativa alla mobilità, andando a migliorare alcuni istituti come ad esempio, i trasferimenti di alcune figure professionali particolari (Polizia scientifica, artificieri, UOPI, ecc) e la movimentazione attraverso l’art.44.

Il sottosegretario on. Molteni, ha annunciato che a breve sarà bandito un nuovo concorso per le assunzioni in Polizia, di circa 1515 posti.

In merito all’incontro e ad alcuni quesiti posti, l’Amministrazione si è riservata di fornire ulteriori chiarimenti. Rileviamo che l’impegno assunto nel contratto di Governo dall’attuale esecutivo, di implementare gli organici e di valorizzare le specialità, sta proseguendo positivamente.

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 4.108 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com