ROMA, IL SAP SI RIUNISCE IN QUESTURA PER ESAMINARE IL TEMA DELLE RICOMPENSE PREMIALI PER GLI OPERATORI DI POLIZIA

ROMA, IL SAP SI RIUNISCE IN QUESTURA PER ESAMINARE IL TEMA DELLE RICOMPENSE PREMIALI PER GLI OPERATORI DI POLIZIA

Il 20 settembre si è tenuta una riunione presso la Questura di Roma, alla quale ha partecipato il Segretario generale del SAP Stefano Paoloni. L’evento è stato organizzato per dare...

Il 20 settembre si è tenuta una riunione presso la Questura di Roma, alla quale ha partecipato il Segretario generale del SAP Stefano Paoloni. L’evento è stato organizzato per dare il benvenuto ai quadri dirigenti dell’ex sindacato LeS (Libertà e Sicurezza Polizia di Stato), che oggi confluiscono operativamente nella grande struttura del SAP. Alla riunione hanno partecipato anche Giovanni Iacoi, ex Segretario generale LeS, il Segretario provinciale di Roma Massimiliano Cancrini e diversi dirigenti sindacali di entrambe le strutture. L’occasione ha permesso di affrontare diversi temi di rilevanza per gli operatori di polizia, ma si è poi focalizzato in particolare sulle ricompense premiali. Nonostante il duro lavoro svolto quotidianamente dagli operatori di polizia, spesso la burocrazia rallenta il riconoscimento delle loro imprese. Molti colleghi che avrebbero meritato una pacca sulla spalla per le loro straordinarie performance rimangono ad aspettare in vano. In questo contesto, il SAP ha annunciato che nei prossimi giorni chiederà un incontro urgente con il Questore di Roma. Questo passo è giustificato dal fatto che la Questura di Roma è tra le sedi con uno dei maggiori ritardi nei riconoscimenti al personale. Il SAP ha l’intenzione di discutere la necessità di semplificare e accelerare la procedura per l’assegnazione delle ricompense premiali al fine di garantire che gli operatori di polizia siano adeguatamente premiati per i loro successi e il loro sacrificio a beneficio della comunità. Il Segretario generale Stefano Paoloni ha sottolineato l’importanza di riconoscere il duro lavoro degli agenti di polizia e ha dichiarato: «Gli operatori di polizia sono il cuore della nostra società, e il loro impegno quotidiano merita di essere riconosciuto in modo adeguato. Il SAP si impegna a lavorare in collaborazione con le autorità competenti al fine di garantire che le ricompense premiali siano assegnate tempestivamente e in modo equo su tutto il territorio nazionale con un occhio di riguardo». La questione delle ricompense premiali per gli operatori di polizia rimarrà al centro dell’attenzione del SAP, e si spera che l’incontro con il questore di Roma porti a sviluppi positivi per garantire che chi si distingue per merito venga giustamente premiato per il suo impegno.

ITALIA-NEWS.IT

MONDOREALE.IT

TUSCIATIMES.EU

Letta 636 volte

CATEGORIE
Dal Territorio

ARTICOLI CONNESSI

Archivi