LE DENUNCE DEL SAP TROVANO ANCORA RISCONTRO SULLA TESTATA DI LIBERO MILANO

LE DENUNCE DEL SAP TROVANO ANCORA RISCONTRO SULLA TESTATA DI LIBERO MILANO

Libero ha ricordato per l’ennesima volta, dopo gli scontri in Via Cagni avvenuti anche lo scorso lunedì, le continue denunce lanciate dal SAP di Milano, che da mesi sottolinea...
image_pdfimage_print

Libero ha ricordato per l’ennesima volta, dopo gli scontri in Via Cagni avvenuti anche lo scorso lunedì, le continue denunce lanciate dal SAP di Milano, che da mesi sottolinea l’invivibilità della situazione per l’ottenimento del permesso di soggiorno. Una situazione insostenibile sia per i colleghi, costretti a recarsi costantemente in tenuta antisommossa che per i richiedenti asilo. Si legge sul giornale «È da quasi un anno che con le lettere ai giornali, gli appelli e i comunicati, il Sindacato Autonomo della Polizia (Sap) segnala il degrado di un intero quartiere e le disumane vicissitudini di famiglie che aspettano un pezzo di carta. Ormai, da quando le pratiche vengono espletate il lunedì mattina, ogni domenica notte la Polizia deve arrivare in tenuta antisommossa per far fronte a una guerra tra poveri che diventa sempre più violenta».

LIBERO MILANO

Letta 595 volte

CATEGORIE
Dal Territorio

ARTICOLI CONNESSI

Archivi