CONTROLLI AI CONFINI: TAMARO (SAP TRIESTE), DOPO PIÙ DI UN MESE SONO ARRIVATE LE UNITÀ ABITATIVE

CONTROLLI AI CONFINI: TAMARO (SAP TRIESTE), DOPO PIÙ DI UN MESE SONO ARRIVATE LE UNITÀ ABITATIVE

Bene l’arrivo dei “container abitativi” ma servono più poliziotti aggregati nell’area destinata ai controlli. Ad affermarlo è Lorenzo Tamaro, Segretario Provinciale del SAP di Trieste, ricordando che «fino dall’attivazione...
image_pdfimage_print

Bene l’arrivo dei “container abitativi” ma servono più poliziotti aggregati nell’area destinata ai controlli. Ad affermarlo è Lorenzo Tamaro, Segretario Provinciale del SAP di Trieste, ricordando che «fino dall’attivazione della sospensione del trattato di Schengen, il SAP aveva manifestato la sua preoccupazione per il fatto che non era stata predisposta un’adeguata logistica necessaria agli operatori di Polizia per poter svolgere il servizio sui valichi con appropriate sicurezze e comfort, visto anche il sopraggiungere della stagione invernale».
Il Sindacato Autonomo di Polizia, ha precisato Tamaro, dall’attivazione di questo dispositivo, «ha incontrato e sollecitato più volte i Dirigenti della Frontiera e il Questore, sollevando il problema anche a livello mediatico, affinché venisse fornito tutto ciò di cui c’è bisogno per poter garantire la sospensione di Schengen. Pur soddisfatti dell’arrivo dei “container abitativi”, riteniamo che si sia impiegato troppo tempo, un materiale questo che deve essere disponibile in tempi più celeri. Mancano sempre nell’area destinata ai controlli – ha proseguito – un’adeguata illuminazione e un maggiore numero di poliziotti aggregati, possibilmente della Polizia di Frontiera per poter garantire un maggiore e migliore controllo del territorio confinario».

TGR FRIULI VENEZIA GIULIA

 

TRIESTEPRIMA.IT

INFORMATRIESTE.IT

ILMERIDIANO.IT

 

Letta 809 volte

CATEGORIE
Dal Territorio

ARTICOLI CONNESSI

Archivi