CARENZA ORGANICO, MELONI (SAP FORLÌ-CESENA): POLIZIA POSTALE DI FORLÌ SOLO 5 PERSONE SU 12 PREVISTE

CARENZA ORGANICO, MELONI (SAP FORLÌ-CESENA): POLIZIA POSTALE DI FORLÌ SOLO 5 PERSONE SU 12 PREVISTE

Il Segretario Provinciale SAP di Forlì-Cesena Roberto Meloni denuncia con una nota stampa, (di seguito riportata integralmente), la carenza di organico che colpisce la Sezione di Polizia Postale di...

Il Segretario Provinciale SAP di Forlì-Cesena Roberto Meloni denuncia con una nota stampa, (di seguito riportata integralmente), la carenza di organico che colpisce la Sezione di Polizia Postale di Forlì che attualmente ha in organico 5 colleghi a fronte dei 12 previsti.

A quasi un anno dalla introduzione dell’Atto Ordinativo Unico con il quale il Dipartimento della Pubblica Sicurezza aveva stabilito per la Sezione della Polizia Postale di Forlì un organico di 12 persone, nulla ancora pare sia stato fatto verso questa direzione. Anzi, oggi l’organico della sezione forlivese è addirittura inferiore a quello di un anno fa poiché pensionamenti e trasferimenti mai avvicendati ne hanno ridotto l’entità. Con l’organico attuale di appena 5 unità, però, è assolutamente impensabile che la Sezione di Forlì possa fare fronte in maniera efficace, puntuale e approfondita a tutte quelle che sono le condotte di origine criminale che utilizzano la internet come terreno di azione. Ogni anno sono centinaia le denunce raccolte dalla sezione forlivese e numerose le attività di indagine svolte che in molteplici casi hanno portato alla individuazione dei responsabili. Lo stesso ufficio è punto di riferimento di tutte le forze dell’ordine che li si rivolgono per la specificità delle materie trattate e ogni giorno sono decine le persone che denunciano di essere vittime di reati attraverso internet, reati anche odiosi quali “sextortion” e “revenge porn”. Oggi però queste denunce rischiano di rimanere inascoltate se non si interviene tempestivamente e massicciamente sull’organico dell’ufficio. Esprimiamo per questo grandissima preoccupazione: occorre intervenire celermente per restituire alla Sezione di Forlì una sufficiente operatività. Ci sono colleghi che da tempo hanno chiesto il trasferimento verso la Sezione di Forli, perché non vengono accontentati? Dopo anni di battaglie condotte contro quello che era il progetto di chiusura totale e dopo che l’atto ordinativo unico ne aveva ristabilito non solo un organico sufficiente ma una piena legittimità all’esistenza, mai ci saremo aspettati di ritrovarci a denunciare gli stessi problemi. Il nostro appello è quindi rivolto, oltre che all’Amministrazione della Pubblica Sicurezza, alla politica locale e nazionale affinché si dia completamento a un progetto fondamentale per la sicurezza dei cittadini della provincia di Forlì-Cesena.

RESTO DEL CARLINO – FORLÌ

Letta 385 volte

CATEGORIE
Dal Territorio

ARTICOLI CONNESSI

Archivi