SPINGONO, COLPISCONO, SPUTANO E OFFENDONO POLIZIOTTI. ASSOLTI PERCHE’ “DISSENSO CRITICO”

«L’assoluzione dei due studenti di Milano, responsabili di aver insultato e opposto resistenza alla Polizia, all’esterno di Assolombarda è uno dei motivi per cui stanno aumentando le aggressioni in modo esponenziale, perché chi usa violenza, oltraggio e resistenza non ne risponde». Commenta così Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), l’assoluzione dei due studenti che erano accusati di aver spintonato gli agenti, di averli colpiti con un casco e di avergli urlato contro gli appellativi “merde” e “bastardi”. «Questa impunità dilagante, confermata da questa ennesima sentenza che parla di fatto tenue e poche parole oltraggiose neppure connotate da gratuita volgarità, sancisce che dopo gli sputi, adesso si può anche spintonare e chiamare “merda” o “bastardo” chi indossa una divisa. Come facciamo – conclude – a garantire la sicurezza dei cittadini se non siamo tutelati e il sistema ci avversa?»