Tifosi violenti, le decisioni assunte dal Casms – Sindacato Autonomo di Polizia

Tifosi violenti, le decisioni assunte dal Casms

Ecco le principali decisioni assunte dal Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive (Casms), in linea con le richieste espresse dal SAP. Di seguito, alcuni lanci di...
Ecco le principali decisioni assunte dal Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive (Casms), in linea con le richieste espresse dal SAP. Di seguito, alcuni lanci di agenzia Ansa.

CALCIO: CASMS, STOP A STRISCIONI E PETARDI NEGLI STADI
(ANSA) – ROMA, 15 FEB – Stop all&#39ingresso negli stadi di striscioni non autorizzati e petardi: il Viminale ribadisce la linea della fermezza indicata dal ministro dell&#39Interno Roberto Maroni contro la violenza negli stadi.
Le decisioni, secondo quanto si apprende, sono state prese dal Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive nel corso della riunione straordinaria presieduta dal capo della polizia Antonio Manganelli dopo gli incidenti delle ultime settimane.
Dall&#39inizio della stagione, si fa inoltre notare, sono stati gia&#39 emessi oltre 900 provvedimenti di Daspo, il divieto di ingresso allo stadio per chi si e&#39 reso protagonista di episodi di violenza. (ANSA) GUI 15-FEB-10 20:12

CALCIO: NO TRASFERTA PER TIFOSI JUVE, NAPOLI E ROMA
(ANSA) – ROMA, 15 FEB – I tifosi di Juventus, Napoli e Roma non potranno seguire le proprie squadre impegnate nelle trasferte di Bologna (21/2), Siena (21/2) e Napoli (28/2). E&#39 quanto deciso dal Comitato di analisi sulle manifestazioni sportive che si e&#39 riunito oggi in seduta straordinaria dopo gli episodi di violenza verificatisi nelle ultime domeniche.
Il Casms, ha poi stabilito che per l&#39incontro Genoa-Udinese (21/2), Genoa-Bologna e Juventus-Palermo (28/2) sara&#39 consentita la vendita del biglietto singolo e il divieto di esposizione degli striscioni. (ANSA) GUI 15-FEB-10 22:35

CALCIO: VIMINALE, A RISCHIO PARTITE IN NOTTURNA
(ANSA) – ROMA, 15 FEB – Il Viminale non esclude che, di fronte ad ulteriori episodi di violenza, possano essere vietate le partire in notturna. L&#39ipotesi e&#39 stata analizzata nel corso della riunione straordinaria del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazione sportive, convocata oggi dal capo della polizia Antonio Manganelli dopo gli incidenti delle ultime domeniche.
Analizzando i dati a disposizione e&#39 infatti emerso che e&#39 proprio nelle gare in notturna che si determinano i maggiori pericoli per l&#39ordine pubblico. Al termine della riunione si e&#39 dunque deciso che l&#39Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, al termine di un &#39attento monitoraggio&#39 esprimera&#39 una valutazione sull&#39opportunita&#39 di vietare gli incontri di sera. Nel corso della riunione e&#39 stato anche deciso un aumento del numero degli steward sugli spalti e, soprattutto, dei controlli all&#39ingresso dello stadio, in modo da poter effettuare &#39inflessibili servizi&#39 di filtraggio.
L&#39obiettivo e&#39 quello di impedire l&#39ingresso negli stadi di striscioni non autorizzati, di petardi e di oggetti pericoli.
Controlli &#39rigidi&#39 sottolinea il Viminale, che obbligheranno i tifosi ad andare allo stadio con largo anticipo. E proprio per predisporre al meglio le operazioni di filtraggio e controllo, l&#39Osservatorio sulle manifestazioni sportive avra&#39 il compito di effettuare un&#39analisi degli impianti.
Una linea della fermezza dunque, ribadita anche oggi nel corso della riunione dal capo della polizia Manganelli, che si e&#39 tenuto in continuo e stretto contatto con il ministro dell&#39Interno Roberto Maroni.
Al di la&#39 degli episodi che si sono verificati nelle ultime domeniche, sottolinea il Casms, si conferma la diminuzione degli incidenti, con una calo del 4% degli incontri di calcio con feriti. Di contro, dall&#39inizio della stagione e&#39 aumentato del 45% il numero dei denunciati (806) e di quasi il 2% quello degli arrestati (111). Infine, sono gia&#39 909 i tifosi che hanno ricevuto il Daspo in questa stagione, mentre altri quattromila stanno scontando il provvedimento avuto negli anni precedenti.
(ANSA) GUI 15-FEB-10 22:53

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 547 volte

CATEGORIE
BolognaNEWSRomaSienaUdine

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com