Tetto retributivo e fondo perequativo: impegno diretto di Berlusconi – Sindacato Autonomo di Polizia

Tetto retributivo e fondo perequativo: impegno diretto di Berlusconi

Comunicato congiunto dei PRINCIPALI Sindacati del Comparto Sicurezza Roma, 11 marzo 2011 – Le scriventi sigle sindacali, rappresentative della stragrande maggioranza degli appartenenti alla Polizia di Stato, alla Polizia...
Comunicato congiunto dei PRINCIPALI Sindacati del Comparto Sicurezza

Roma, 11 marzo 2011 – Le scriventi sigle sindacali, rappresentative della stragrande maggioranza degli appartenenti alla Polizia di Stato, alla Polizia Penitenziaria, al Corpo Forestale dello Stato e Corpo dei Vigili del Fuoco, prendono atto dell’impegno formale del Capo del Governo, Silvio Berlusconi, circa la volonta’ di presentare nel Consiglio dei Ministri del 23 marzo prossimo un decreto per risolvere il problema del tetto retributivo e del fondo perequativo.

Si tratta di una problematica rilevante per il Comparto Sicurezza, visto che in assenza di interventi – da tempo sollecitati – il personale potrebbe non operare nel modo migliore per garantire la sicurezza, essendo a rischio il pagamento di una serie di indennita’ e prestazioni specifiche.

L’impegno del Presidente del Consiglio, che vogliamo valutare alla prova dei fatti, ci porta pertanto a intraprendere la decisione, con alto senso di responsabilita’, di sospendere la prevista manifestazione organizzata per lunedi’ 14 marzo ad Arcore, con l’obiettivo di calendarizzare subito una nuova iniziativa di protesta qualora, nel giro di due settimane, non dovessero essere soddisfatte le nostre aspettative.

*POLIZIA DI STATO*
SIULP SAP UGL-Polizia di Stato

*POLIZIA PENITENZIARIA*
SAPPE FNS-CISL UGL Polizia Penitenziaria

*CORPO FORESTALE DELLO STATO*
SAPAF UGL Corpo Forestale CISL FNS

*VIGILI DEL FUOCO*
FNS CISL Ugl Vigili del Fuoco

SICUREZZA: SINDACATI PS SI SPACCANO SU MANIFESTAZIONE ARCORE

(ANSA) – ROMA, 11 MAR – L’appuntamento era fissato per lunedi’ mattina ad Arcore, davanti alla residenza del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Tutti i sindacati di polizia, di destra e di sinistra, avevano programmato una manifestazione per protestare contro i tagli al comparto sicurezza. Nelle ultime ore, pero’, e’ arrivato un ‘impegno formale’ del premier che ha promesso un decreto per il Consiglio dei ministri del prossimo 23 marzo, che dovrebbe rispondere alle esigenze del settore. Una parte delle sigle sindacali ha deciso quindi di ‘congelare’ la protesta annullando la manifestazione di Arcore, mentre altre organizzazioni non si accontentano delle promesse e lunedi’ saranno comunque davanti alla villa di Berlusconi.
I sindacati Siulp, Sap, Ugl polizia, polizia penitenziaria, corpo forestale e vigili del fuoco, Sappe, Fns-Cisl e Sapaf ‘prendono atto dell’impegno formale del capo del Governo, Silvio Berlusconi, circa la volonta’ di presentare nel Consiglio dei ministri del 23 marzo prossimo un decreto per risolvere il problema del tetto retributivo e del fondo perequativo’. E decidono di ‘sospendere la prevista manifestazione organizzata per lunedi’ ad Arcore, con l’obiettivo di calendarizzare subito una nuova iniziativa di protesta qualora, nel giro di due settimane, non dovessero essere soddisfatte le nostre aspettative’. (…)
(ANSA) NE 11-MAR-11 20:07


Read more


image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 394 volte

CATEGORIE
NEWSRoma

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com