Tagli ai presidi, forte penalizzazione in Sicilia (lancio ADNKRONOS) – Sindacato Autonomo di Polizia

Tagli ai presidi, forte penalizzazione in Sicilia (lancio ADNKRONOS)

Sicurezza: Sap, Sicilia fortemente penalizzata con tagli a presidi polizia Roma, 10 mar. (Adnkronos) – “Le recenti determinazioni adottate dal Viminale circa un drastico piano di revisione dei presidi...
Sicurezza: Sap, Sicilia fortemente penalizzata con tagli a presidi polizia
Roma, 10 mar. (Adnkronos) – “Le recenti determinazioni adottate dal Viminale circa un drastico piano di revisione dei presidi di polizia in tutto il nostro Paese, vedono pesantemente coinvolta anche la Sicilia. Infatti, in ogni provincia dell’isola sono previste chiusure di posti di polizia stradale, ferroviaria, postale e nautica. Cio’ comportera’ inevitabilmente, per vaste aree territoriali, la perdita di punti di riferimento della legalita’, facendo nei fatti un favore alle organizzazioni criminali” E’ quanto afferma, in una nota, Francesco Quattrocchi, segretario generale aggiunto del sindacato di polizia Sap.
“Ci si chiede come in questo momento di difficolta’ economica -spiega il Sap- con evidenti frizioni sociali che agitano l’intero territorio nazionale, si possa pensare di ‘revisionare al ribasso’ la percezione di sicurezza del cittadino, specialmente in quelle aree depresse del sud, dove aggregazioni e consorterie criminali di ogni genere cercano di farla da padrone, avendo come unico contrasto la tenace lotta delle forze dell’ordine”.
“Sorge spontanea una domanda: per questo governo la sicurezza e’ un costo o una risorsa?”, chiede Quattrocchi.
“Come Sap – prosegue -, in rappresentanza dei nostri 20.000 poliziotti iscritti, riteniamo non sia possibile ipotizzare alcun piano di ‘revisione dei presidi’. Ecco perche’ abbiamo iniziato, in tutta Italia, una capillare campagna di informazione ai cittadini e a tutte le forze politiche presenti in Parlamento, affinche’ si mobilitino per scongiurare tale possibilita’. Da poliziotto siciliano, mi auguro che anche in Sicilia la classe politica si ponga il problema e faccia sentire la propria voce”.


Read more


image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 552 volte

CATEGORIE
NEWSRomaSegreterie regionaliSicilia

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com