Spending review, sicurezza a rischio per i cittadini (lanci di agenzia stampa) – Sindacato Autonomo di Polizia

Spending review, sicurezza a rischio per i cittadini (lanci di agenzia stampa)

SPENDING REWIEW: SAP, NON POTREMO GARANTIRE SICUREZZA (ANSA) – ROMA, 2 AGO – “La polizia perdera’ nel prossimo triennio 22mila unita’ a causa delle spending rewiew”. Lo dice il...
SPENDING REWIEW: SAP, NON POTREMO GARANTIRE SICUREZZA
(ANSA) – ROMA, 2 AGO – “La polizia perdera’ nel prossimo triennio 22mila unita’ a causa delle spending rewiew”. Lo dice il segretario generale del Sap Nicola Tanzi sottolineando che cosi’ “non potremo garantire la sicurezza di cittadini e imprenditori”.
“Il Governo e il ministro Cancellieri – prosegue Tanzi – tradiscono oggi clamorosamente gli impegni presi appena qualche settimana fa con i comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico. Ma non solo: il taglio di 200 milioni al nostro settore incidera’ pesantemente sulla sicurezza dei cittadini e in modo drammatico sull’economia, visto che determinera’, specialmente nel meridione d’Italia, una fuga di imprenditori e capitali. Le forze di polizia, a causa dei tagli, ben difficilmente potranno tutelare e garantire chi investe e porta lavoro”.
Senza contare che “non abbiamo ancora visto un euro delle risorse del fondo unico giustizia, per il cinquanta per cento destinate al Ministero dell’Interno”.
Il Sap chiede dunque al ministro Cancellieri “l’immediata convocazione di un tavolo per la sicurezza”.
(ANSA) COM 02-AGO-12 16:48


SPENDING REVIEW: SAP, TAGLI INCIDERANNO SU SICUREZZA CITTADINI

(AGENPARL) – Roma, 02 ago – “La Polizia di Stato, che ha oggi una carenza d’organico di 11.000 unita’ e che risente dell’invecchiamento del personale che ha un’ eta’ media di 49 anni, nel prossimo triennio perdera’ complessivamente 22.000 unita’ a causa della spending review, cosi’ come approvata dal Senato. Il Governo e il ministro Cancellieri tradiscono oggi clamorosamente gli impegni presi appena qualche settimana fa con i comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico”. E’ quanto afferma Nicola Tanzi, segretario generale del sindacato di polizia Sap, uno dei maggiori.
“Non solo – spiega Tanzi -. Il taglio di 200 milioni di euro al nostro settore incidera’ pesantemente sulla sicurezza dei cittadini e in modo drammatico sull’economia, visto che determinera’, specialmente nel meridione d’Italia, una fuga di imprenditori e capitali. Le forze di polizia, a causa dei tagli, ben difficilmente potranno tutelare e garantire chi investe e porta lavoro”.
“A tutto questo si aggiunga – dice ancora il sindacalista – che non abbiamo ancora visto un euro delle risorse del fondo unico giustizia, alimentate dal lavoro delle donne e degli uomini delle forze dell’ordine con i sequestri e le confische dei beni dei mafiosi e della criminalita’.
Risorse che per il cinquanta per cento erano destinate al Ministero dell’Interno. Al prefetto Cancellieri chiediamo l’immediata convocazione di un tavolo per la sicurezza perche’ crediamo che sia ancora possibile coniugare l’esigenza di una maggiore attenzione dei conti pubblici con quella, insopprimibile, di garantire piena sicurezza ai cittadini”.

com/bat 021442 AGO 12


SPENDING REVIEW: SAP, DOPO TAGLI NON POTREMO GARANTIRE SICUREZZA CITTADINI
IL GOVERNO TRADISCE IMPEGNI PRESI CON COMPARTI SICUREZZA


Roma, 2 ago. (Adnkronos) – “La Polizia di Stato, che oggi ha una carenza d’organico di 11.000 unita’ e che risente dell’invecchiamento del personale che ha un’eta’ media di 49 anni, nel prossimo triennio perdera’ complessivamente 22.000 unita’ a causa della spending review, cosi’ come approvata dal Senato. Il Governo e il ministro Cancellieri tradiscono oggi clamorosamente gli impegni presi appena qualche settimana fa con i comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico”. E’ quanto denuncia Nicola Tanzi, segretario generale del sindacato di polizia Sap.

“Non solo -spiega Tanzi- il taglio di 200 milioni di euro al nostro settore incidera’ pesantemente sulla sicurezza dei cittadini e in modo drammatico sull’economia, visto che determinera’, specialmente nel meridione d’Italia, una fuga di imprenditori e capitali. Le forze di polizia, a causa dei tagli, ben difficilmente potranno tutelare e garantire chi investe e porta lavoro. A tutto questo si aggiunga che non abbiamo ancora visto un euro delle risorse del fondo unico giustizia, alimentate dal lavoro delle donne e degli uomini delle forze dell’ordine con i sequestri e le confische dei beni dei mafiosi e della criminalita’. Risorse che per il 50 per cento erano destinate al ministero dell’Interno”.

“Al prefetto Cancellieri -conclude il segretario Sap- chiediamo l’immediata convocazione di un tavolo per la sicurezza perche’ crediamo che sia ancora possibile coniugare l’esigenza di una maggiore attenzione dei conti pubblici con quella, insopprimibile, di garantire piena sicurezza ai cittadini”.


(Glu/Opr/Adnkronos) 02-AGO-12 18:02



Read more


image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 471 volte

CATEGORIE
NEWSRoma

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com