Riunione con Ncd, il partito di Alfano non convince: restiamo MOBILITATI (lancio ANSA + altre agenzie + comunicato Consulta Sicurezza) – Sindacato Autonomo di Polizia

Riunione con Ncd, il partito di Alfano non convince: restiamo MOBILITATI (lancio ANSA + altre agenzie + comunicato Consulta Sicurezza)

CONSULTA SICUREZZA, CONFERMA AGITAZIONE E SCIOPERO Dopo incontro con Ncd, risposte non soddisfacenti (ANSA) – ROMA, 15 SET – La Consulta sicurezza – l’organismo di cui fanno parte i...
CONSULTA SICUREZZA, CONFERMA AGITAZIONE E SCIOPERO
Dopo incontro con Ncd, risposte non soddisfacenti

(ANSA) – ROMA, 15 SET – La Consulta sicurezza – l’organismo di cui fanno parte i sindacati Sap (Polizia), Sappe (Polizia Penitenziaria), Sapaf (Corpo Forestale) e Conapo (Vigili del Fuoco) – conferma lo stato di agitazione e lo sciopero di 3 ore indetto per il prossimo 23 settembre. La decisione fa seguito all’incontro avuto oggi dalla Consulta con il coordinatore nazionale di Ncd Gaetano Quagliariello e il senatore Andrea Augello. «La proposta che ci è stata fatta è quella di un mese di tempo per individuare una soluzione concreta allo sblocco stipendiale che decorrerebbe dal primo gennaio 2015 – affermano i sindacati – Una proposta che non ci convince perchè al momento sarebbero state individuate solo parte delle risorse necessarie (circa l’ottanta per cento) e perchè non si fa menzione di uno anticipo dello sblocco del tetto stipendiale, già da ottobre, come promesso questa estate dai ministri Alfano e Pinotti. Senza contare la questione degli arretrati e nessun impegno sulla razionalizzazione delle forze di polizia e sull’accorpamento del dipartimento dei vigili del fuoco con quello della Pubblica Sicurezza».
«Per questo – concludono – pur prendendo atto degli impegni presi da Ncd, restiamo mobilitati e in stato di agitazione permanente confermando l’astensione dal lavoro di 3 ore del prossimo 23 settembre di poliziotti, penitenziari, forestali e vigili del fuoco e la nostra partecipazione alla manifestazione del 24 settembre in piazza Ss. Apostoli Roma. Domani incontreremo il Movimento Cinque Stelle e dopodomani il presidente Berlusconi. Restiamo in attesa di una convocazione del premier Renzi».(ANSA). COM-GUI 15-SET-14 20:18 NNN

CONSULTA SICUREZZA, DOPO INCONTRO CON NCD CONFERMATA MOBILITAZIONE =
‘Bene impegni presi, ma attendiamo i fatti’

Roma, 15 set. – (Adnkronos) – «Pur prendendo atto degli impegni presi da Ncd, restiamo mobilitati e in stato di agitazione permanente confermando l’astensione dal lavoro di 3 ore del prossimo 23 settembre di poliziotti, penitenziari, forestali e vigili del fuoco e la nostra partecipazione alla manifestazione del 24 settembre in piazza Ss. Apostoli Roma. Domani incontreremo il Movimento Cinque Stelle e dopodomani il presidente Berlusconi. Restiamo in attesa di una convocazione del premier Renzi». È quanto annuncia in una nota la Consulta Sicurezza, composta dai sindacati autonomi Sap (Polizia di Stato), Sappe (Polizia penitenziaria), Sapaf (Corpo Forestale) e Conapo (Vigili del Fuoco), che ha incontrato gli esponenti del Nuovo Centrodestra. «Un mese di tempo per individuare una soluzione concreta allo sblocco stipendiale che decorrerebbe dal primo gennaio 2015. Questo hanno proposto oggi il coordinatore nazionale Gaetano Quagliariello e il senatore Andrea Augello durante l’incontro tra sindacati e cocer presso la sede Ncd – spiega la nota – Una proposta che non ci convince perché al momento sarebbero state individuate solo parte delle risorse necessarie (circa l’ottanta per cento) e perché non si fa menzione di uno anticipo dello sblocco del tetto stipendiale, già da ottobre, come promesso questa estate dai ministri Alfano e Pinotti. »Senza contare – sottolinea ancora la Consulta sicurezza – la questione degli arretrati e nessun impegno sulla razionalizzazione delle forze di polizia e sull’accorpamento del dipartimento dei vigili del fuoco con quello della Pubblica Sicurezza«. (Red/Adnkronos) 15-SET-14 20:23 NNN


CONSULTA SICUREZZA: RIUNIONE CON NCD, RIMANIAMO IN MOBILITAZIONE

(ilVelino/AGV NEWS) – “Un mese di tempo per individuare una soluzione concreta allo sblocco stipendiale che decorrerebbe dal primo gennaio 2015. Questo hanno proposto oggi il coordinatore nazionale Gaetano Quagliariello e il senatore Andrea Augello durante l’incontro tra sindacati e cocer presso la sede Ncd”. E’ quanto afferma, in una nota, la Consulta Sicurezza, composta dai sindacati autonomi Sap (Polizia di Stato), Sappe (Polizia Penitenziaria), Sapaf (Corpo Forestale) e Conapo (Vigili del Fuoco), in rappresentanza del 43 per cento del personale in divisa sindacalizzato. “Una proposta – si legge ancora – che non ci convince perché al momento sarebbero state individuate solo parte delle risorse necessarie (circa l’ottanta per cento) e perché non si fa menzione di uno anticipo dello sblocco del tetto stipendiale, già da ottobre, come promesso questa estate dai ministri Alfano e Pinotti”.

“Senza contare – aggiunge la Consulta Sicurezza – la questione degli arretrati e nessun impegno sulla razionalizzazione delle forze di polizia e sull’accorpamento del dipartimento dei vigili del fuoco con quello della Pubblica Sicurezza. Per questo, pur prendendo atto degli impegni presi da Ncd, restiamo mobilitati e in stato di agitazione permanente confermando l’astensione dal lavoro di 3 ore del prossimo 23 settembre di poliziotti, penitenziari, forestali e vigili del fuoco e la nostra partecipazione alla manifestazione del 24 settembre in piazza Ss. Apostoli Roma. Domani incontreremo il Movimento Cinque Stelle e dopodomani il presidente Berlusconi. Restiamo in attesa di una convocazione del premier Renzi”. (Red/San) 15-SET-14 19:54 NNN

Leggi il comunicato stampa
Leggi

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 384 volte

CATEGORIE
NEWSRoma

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com