Regole di ingaggio: il SAP pronto ad abbandonare il tavolo di lavoro ministeriale (lancio agenzia ANSA) – Sindacato Autonomo di Polizia

Regole di ingaggio: il SAP pronto ad abbandonare il tavolo di lavoro ministeriale (lancio agenzia ANSA)

Sicurezza: Sap,nuove regole ingaggio poco chiare e pericolose Proposta inaccettabile del Dipartimento di Ps (ANSA) – ROMA, 20 NOV – “Non possiamo accettare le regole di ingaggio proposte dal...
Sicurezza: Sap,nuove regole ingaggio poco chiare e pericolose

Proposta inaccettabile del Dipartimento di Ps
(ANSA) – ROMA, 20 NOV – “Non possiamo accettare le regole di

ingaggio proposte dal Dipartimento della pubblica sicurezza e se

non ci saranno modifiche abbandoneremo il tavolo di lavoro

ministeriale. Avevamo chiesto poche norme ma chiare, che

dovevano avere forza di legge, capaci di garantire sia gli

operatori di polizia sia i cittadini. Se il nuovo regolamento

entrerà in vigore cosi’ com’è, ci ritroveremo invece una

congerie di norme che dicono tutto e il contrario di tutto,

senza garantire nessuno, né i poliziotti e tantomeno i

cittadini”. Lo afferma Gianni Tonelli, segretario generale del

sindacato di polizia Sap.

“Si parla molto spesso di ‘approccio basato sul dialogo’ anche

laddove si è in presenza di soggetti facinorosi e violenti”,

afferma Tonelli, facendo riferimento alle indiscrezioni di

questi giorni. “Peraltro – continua – si dice che ‘molte

modalità di intervento non vanno intese in maniera rigida, ma

come modelli di riferimento modificabili ed adattabili alle

circostanze in caso concreto’. Che vuol dire? Tutto e niente. In

ordine pubblico, poi, si introduce sul modello inglese una

distanza di sicurezza tra operatori e manifestanti di 15 metri,

salvo poi aggiungere che ‘l’inosservanza di tale limite attiva

soltanto il passaggio della squadra dallo stato di riposo a

quello di preallarme e non determina alcuna reazione delle unità

operative’. Ci rendiamo conto del pericolo di questa

disposizione? Vogliono che i poliziotti siano carne da macello

restando fermi come belle statuine?”.

“Non è finita qui – aggiunge il segretario del Sap -, perché

le regole di ingaggio contengono anche indicazioni divertenti,

peccato però che stiamo parlando di una cosa seria e non di una

commedia da operetta. In caso di intervento con un soggetto in

preda ad allucinazioni a causa di problemi psichiatrici a per

l’assunzione di sostanze stupefacenti, magari armati, gli

operatori ‘si avvicinano con cautela e si spostano in maniera

concordata e sincronizzata’. Ma che cos’e, un balletto? Senza

contare che ‘nel caso di elevata potenzialità offensiva del

soggetto, con gli operatori in palese svantaggio, questi

notiziano la sala operativa e congelano la scena in attesa

dell’arrivo del personale medico’. Congelare? Come faremo a

impedire che il soggetto riversi la sua furia offensiva su se

stesso e su altri?”.
“Rigettiamo al mittente questa assurda

proposta sulle regole di ingaggio – conclude Tonelli – che forse

il nostro Dipartimento ha voluto predisporre per assecondare o,

almeno, non irritare certi ambienti istituzionali, politici,

giornalistici e il partito dell’anti polizia solitamente molto

aggressivi nei nostri confronti”. (ANSA)

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 282 volte

CATEGORIE
NEWSRoma

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com