Poliziotto in ospedale per aver difeso una mamma e le figlie dall'aggressione di 2 stranieri (lanci agenzie stampa) – Sindacato Autonomo di Polizia

Poliziotto in ospedale per aver difeso una mamma e le figlie dall'aggressione di 2 stranieri (lanci agenzie stampa)

Aggressione Appio, poliziotto ferito: Sap, in Italia 15.000 divise in ospedale nel 2016 (ANSA) – Roma, 11 gen 16 -“Nel 2015 circa 6.000 poliziotti sono rimasti feriti e finiti...
Aggressione Appio, poliziotto ferito: Sap, in Italia 15.000 divise in ospedale nel 2016

(ANSA) – Roma, 11 gen 16 -“Nel 2015 circa 6.000 poliziotti sono rimasti feriti e finiti in ospedale nell’adempimento del proprio dovere, ben 15.000 tra tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine. Si tratta di colleghi che spesso agiscono anche liberi dal servizio, come l’ispettore di polizia intervenuto oggi a Roma in zona Appio per salvare una donna e le sue figlie aggredite da due moldavi. Situazioni del genere avvengono ogni giorno in Italia, soprattutto a danno di donne e anziani”.

E’ quanto dichiara Gianni Tonelli, segretario generale del sindacato di polizia Sap.

“Il mio collega – dice Tonelli –, per impedire che i due stranieri facessero qualcosa di orribile e indicibile alla mamma e alle sue due figlie, non ci ha pensato un attimo ad intervenire da solo, riportando un trauma cranico, rompendosi il naso e rimediando 40 giorni di prognosi. Si scatenano campagne mediatiche e politiche quando c’è da sputare livore e odio contro le donne e gli uomini in divisa, si registra invece silenzio assoluto se in ospedale finiscono poliziotti e carabinieri, 41 ogni giorno tra tutte le forze dell’ordine. La vicenda di Appio rientra tra queste e oggi ne parliamo solo perché ci sono stati i drammatici fatti di Colonia”
.

Agressione a donna con figlie a Roma, sindacato Sap: ”
6.000 poliziotti feriti ogni anno”

Roma, 11 gen 2016 (AdnKronos) -“Nel 2015 circa 6.000 poliziotti sono rimasti feriti e finiti in ospedale nell’adempimento del proprio dovere, ben 15.000 tra tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine. Si tratta di colleghi che spesso agiscono anche liberi dal servizio, come l’ispettore di polizia intervenuto oggi a Roma in zona Appio per salvare una donna e le sue figlie aggredite da due maniaci moldavi. Questa vicenda ha attirato l’attenzione, anche mediatica, unicamente a seguito dei drammatici fatti di Colonia. Ma situazioni del genere avvengono ogni giorno in Italia, soprattutto a danno di donne e anziani. Situazioni in cui spesso a pagare un prezzo alto sono pure gli operatori delle forze dell’ordine”.

E’ quanto si legge in una nota di Gianni Tonelli, segretario generale del sindacato di polizia Sap.

“Il mio collega – dice Tonelli –, per impedire che i due stranieri facessero qualcosa di orribile e indicibile alla mamma e alle sue due figlie, non ci ha pensato un attimo ad intervenire da solo, riportando un trauma cranico, rompendosi il naso e rimediando 40 giorni di prognosi. I sostenitori del partito dell’antipolizia e degli allergici alle divise, che ha esponenti anche nel mondo della cultura, in Parlamento e tra i media, ci mettono alla gogna sempre, soprattutto se avvengono determinati fatti di cronaca che vengono per altro strumentalizzati”
.


Si scatenano campagne mediatiche e politiche – conclude il sindacalista – quando c’è da sputare livore e odio contro le donne e gli uomini in divisa, si registra invece silenzio assoluto se in ospedale finiscono poliziotti e carabinieri, 41 ogni giorno tra tutte le forze dell’ordine. La vicenda di Appio rientra tra queste e, ripeto, oggi ne parliamo solo perché ci sono stati i drammatici fatti di Colonia. Una vergogna!”

Sicurezza, Sap: nel 2015 6mila i poliziotti feriti. 15mila tra tutte le forze dell’ordine

(AGENPARL) – Roma, 11 gen 2016 -“Nel 2015 circa 6.000 poliziotti sono rimasti feriti e finiti in ospedale nell’adempimento del proprio dovere, ben 15.000 tra tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine. Si tratta di colleghi che spesso agiscono anche liberi dal servizio, come l’ispettore di polizia intervenuto oggi a Roma in zona Appio per salvare una donna e le sue figlie aggredite da due maniaci moldavi. Questa vicenda ha attirato l’attenzione, anche mediatica, unicamente a seguito dei drammatici fatti di Colonia. Ma situazioni del genere avvengono ogni giorno in Italia, soprattutto a danno di donne e anziani. Situazioni in cui spesso a pagare un prezzo alto sono pure gli operatori delle forze dell’ordine”.

Lo afferma Gianni Tonelli, segretario generale del sindacato di polizia Sap.

“Il mio collega – dice Tonelli –, per impedire che i due stranieri facessero qualcosa di orribile e indicibile alla mamma e alle sue due figlie, non ci ha pensato un attimo ad intervenire da solo, riportando un trauma cranico, rompendosi il naso e rimediando 40 giorni di prognosi. I sostenitori del partito dell’antipolizia e degli allergici alle divise, che ha esponenti anche nel mondo della cultura, in Parlamento e tra i media, ci mettono alla gogna sempre, soprattutto se avvengono determinati fatti di cronaca che vengono per altro strumentalizzati. Si scatenano campagne mediatiche e politiche quando c’è da sputare livore e odio contro le donne e gli uomini in divisa, si registra invece silenzio assoluto se in ospedale finiscono poliziotti e carabinieri, 41 ogni giorno tra tutte le forze dell’ordine. La vicenda di Appio rientra tra queste e, ripeto, oggi ne parliamo solo perché ci sono stati i drammatici fatti di Colonia. Una vergogna!”

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 229 volte

CATEGORIE
NEWSRoma

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com