Polizia ferroviaria, indennita’ e altre novita’: incontro al Dipartimento – Sindacato Autonomo di Polizia

Polizia ferroviaria, indennita’ e altre novita’: incontro al Dipartimento

Nel pomeriggio del 21 ottobre ha avuto luogo al Dipartimento la prevista riunione relativa ai servizi alla Frontiera svolti dalla Polfer, un incontro tra l’Amministrazione (rappresentata dal Direttore Sgalla...
Nel pomeriggio del 21 ottobre ha avuto luogo al Dipartimento la prevista riunione relativa ai servizi alla Frontiera svolti dalla Polfer, un incontro tra l’Amministrazione (rappresentata dal Direttore Sgalla e dal Direttore Nanei, oltre al Direttore dell’Ufficio rapporti Sindacali Ricciardi) e i sindacati di polizia.
La delegazione del SAP era composta dal Segretario Nazionale Francesco Pulli e dal Vice Presidente Nazionale Rosario Indelicato.

Il Direttore Sgalla in premessa ha comunicato che è stato firmato l’accordo con Poste Italiane per il pagamento delle somme dovute relative all’anno 2014. Presumibilmente il personale interessato percepirà gli emolumenti nel mese di gennaio 2016. Di seguito rappresentava alcune novità inerenti le indennità percepite dalla donne e gli uomini della Polizia Ferroviaria relativi alle scorte a lunga percorrenza. In particolare l’Amministrazione con Ferrovie ha in animo di trasformare l’indennità attuale in forfettaria corrispondendo le seguenti tariffe:da € 50,00 a € 125,00 nette, da € 90,00 a 190,00 nette.

Il Sap nella circostanza ha chiesto l’emanazione di una circolare esplicativa ove vengano riportate le proposte dell’Amministrazione al fine di verificare preliminarmente l’impatto economico sul mancato contributo previdenziale e di conseguenza poter esprimere un parere dopo aver sentito il personale della Specialità. La circolare comunque dovrà prevedere che il personale potrà fruire dell’anticipo dell’indennità forfettaria.

Con l’occasione è stato chiesto nuovamente che le scorte vengano effettuate da tre elementi tassativamente senza lasciare qualsivoglia interpretazione ai Dirigenti.

Successivamente il Direttore Sgalla ha chiesto la disponibilità per alcune scorte di poter effettuare orari in deroga. Il SAP ha chiesto di poter conoscere quali uffici e reparti siano interessati per poter verificare con le strutture territoriali quale sia la reale fattibilità. La parte ministeriale, condividendo le nostre richieste, ha comunicato che nella prossima riunione ci saranno notizie più dettagliate.

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 485 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com