PAOLONI (SAP): SUL COPRIFUOCO FF.OO. RIMANGONO COL CERINO IN MANO SERVONO REGOLE CHIARE – Sindacato Autonomo di Polizia

PAOLONI (SAP): SUL COPRIFUOCO FF.OO. RIMANGONO COL CERINO IN MANO SERVONO REGOLE CHIARE

L’emergenza sanitaria in corso ha portato, tra le altre cose, ad una produzione smisurata di atti normativi. Regole non sempre chiare e di immediata interpretazione. I poliziotti sono chiamati...

L’emergenza sanitaria in corso ha portato, tra le altre cose, ad una produzione smisurata di atti normativi. Regole non sempre chiare e di immediata interpretazione. I poliziotti sono chiamati ogni giorno a farle rispettare scontando a proprie spese l’esasperazione dei cittadini e il mancato rispetto di queste norme; ultimamente le cronache ci hanno restituito episodi di violenza a danno degli agenti in divisa. Come più volte richiesto dal SAP e ribadito nelle dichiarazioni del Segretario Generale del SAP, Stefano Paoloni, riprese da ADN Kronos: servono regole chiare e definite oltre, naturalmente, a risorse adeguate per supportare chi, in prima linea, lavora ogni giorno per garantire la sicurezza dei cittadini.

ADN0171 7 CRO 0 ADN CRO NAZ Roma 10 mag. – Adnkronos –

Avendo l’obbligo e il dovere di far rispettare le regole siamo la prima interfaccia di coloro che violano le restrizioni che buona parte del Paese probabilmente non ha compreso e non comprende noi lo abbiamo denunciato all’inizio dell’applicazione delle restrizioni anticontagio e ritengo che sia indispensabile che la politica gestisca in maniera adeguata le regole necessarie per affrontare la pandemia . Lo ha detto all’Adnkronos Stefano Paoloni segretario generale del Sap Sindacato autonomo polizia. La politica manca di capacita’ e la gestione alla fine ricade sulle forze dell’ordine che devono intervenire per far rispettare norme e regole e spesso veniamo lasciati con il cerino in mano a gestire le difficolta’ del Paese. – ha continuato Paoloni – Si registrano episodi di carattere violento in molte citta’ italiane Milano Torino Vercelli a Bologna da circa 15 giorni tutte le sere in piazza Verdi violano le regole anticontagio e spesso si vengono a creare situazioni veramente di difficile gestione . E’ importante che le regole debbano essere chiare perche’ in molti ancora non hanno compreso cosa si puo’ o non si puo’ fare e condivise i cittadini sono stanchi ed e’ umanamente piu’ che comprensibile – ha proseguito Paoloni – ma e’ importante che norme e regole sia chiare e condivise in modo che le persone sappiano e comprendano fino in fondo la necessita’ di tali regole. Una volta accettate e comprese le regole la nostra funzione sarebbe solo preventiva . Chi viola le regole Chi fa assembramento Sono soprattutto giovani con qualche eccezione ma ribadisco sono situazioni che vanno prevenute e la politica deve rapportarsi con giovani e giovanissimi per far comprendere fino in fondo l’importanza di queste regole ha concluso Paoloni.

Giz Adnkronos ISSN 2465 – 1222 10-MAG-21 10 11 NNNN

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 632 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com