No alla grazia per Vallanzasca, il SAP al fianco di Gabriella Vitali D’Andrea (agenzie stampa + Il Giorno di Milano) – Sindacato Autonomo di Polizia

No alla grazia per Vallanzasca, il SAP al fianco di Gabriella Vitali D’Andrea (agenzie stampa + Il Giorno di Milano)

VALLANZASCA: VEDOVA VITTIMA, MAI DATO SEGNALI POSITIVI (ANSA) – MILANO, 19 NOV – La vedova del maresciallo della stradale Luigi D’Andrea, ucciso a Dalmine nel 1977, oggi ha ribadito...
VALLANZASCA: VEDOVA VITTIMA, MAI DATO SEGNALI POSITIVI
(ANSA) – MILANO, 19 NOV – La vedova del maresciallo della stradale Luigi D’Andrea, ucciso a Dalmine nel 1977, oggi ha ribadito la sua contrarieta’ alla concessione della grazia a Renato Vallanzasca spiegando che il bel Rene’ ‘non ha mai dato segnali positivi, anzi li ha dati in negativo’.
Gabriella Vitali, nel corso della conferenza stampa oggi nella sede del Consiglio regionale, ha chiesto che non fosse fatto ‘il nome dell’assassino di mio marito’. Poi, in seguito alle domande dei giornalisti, ha detto che da parte dell’ex capo della mala milanese ‘non ci sono mai stati segnali positivi’. ‘Non ha mai chiesto scusa – ha detto la vedova D’Andrea -. La conferenza stampa era l’occasione per presentare la nascita dell’associazione intitolata a suo marito che si batte per il rispetto della legalita’ e per la certezza della pena. (ANSA)

RT/PA6 19-NOV-12 12:49

GIUSTIZIA: SAP, NO A GRAZIA PER VALLANZASCA
(AGENPARL) – Roma, 19 nov – “Nessun provvedimento di grazia è possibile per Renato Vallanzasca. Sarebbe un insulto per i familiari delle vittime, per tutti noi che vestiamo una divisa e per quella stragrande maggioranza di cittadini italiani che ha cuore la legalita’. Vallanzasca si e’ reso protagonista di barbari omicidi, a partire da quelli di due giovani poliziotti: Luigi D’Andrea di 31 anni e Renato Barborini di 27, massacrati a Dalmine nel 1977. Come abbiamo detto piu’ volte in passato, a uno come lui bisognerebbe addirittura togliere la cittadinanza italiana”.

E’ quanto afferma Nicola Tanzi, segretario generale del sindacato di polizia Sap, uno dei maggiori.

“Nel nostro Paese purtroppo – spiega Tanzi – sempre piu’ spesso ex assassini e terroristi sono protagonisti della vita pubblica scrivendo libri, realizzando film, tenendo lezioni universitarie e in qualche caso diventando anche parlamentari. Come organizzazione sindacale che rappresenta i poliziotti, noi siamo e saremo sempre dalla parte di Abele e non di Caino, dalla parte delle vittime e dei loro familiari. In queste ore e in questi giorni il nostro pensiero va ad una nostra carissima amica e compagna di tante battaglie, la signora Gabriella Vitali D’Andrea, moglie di Luigi.
Anche questo volta siamo al suo fianco”.
Oggi a Milano e’ prevista una conferenza stampa di alcuni familiari di vittime della criminalita’, tra i quali la signora Vitali, e politici lombardi contrari alla grazia.
com/dam 191145 NOV 12


Il SAP sul GIORNO di Milano
Read more


image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 465 volte

CATEGORIE
BariMilanoNEWSRoma

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com