L'ASSISTENTE CINOFILO SOSTITUISCE L'UOMO CALDO: UNA QUESTIONE DI TERMINI O UNA NUOVA FIGURA PROFESSIONALE?

L’ASSISTENTE CINOFILO SOSTITUISCE L’UOMO CALDO: UNA QUESTIONE DI TERMINI O UNA NUOVA FIGURA PROFESSIONALE?

Abbiamo scritto a Dipartimento per chiedere chiarimenti in merito alla  sostituzione dell’“Uomo caldo” con l’“Assistente Cinofilo”, soprattutto al fine di riconoscere determinate qualifiche a chi già né fosse stato...

Abbiamo scritto a Dipartimento per chiedere chiarimenti in merito alla  sostituzione dell’“Uomo caldo” con l’“Assistente Cinofilo”, soprattutto al fine di riconoscere determinate qualifiche a chi già né fosse stato in possesso, valorizzando così il know-how acquisito.

Infatti, la Direzione Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, nel processo di riorganizzazione della specialità delle Unità cinofile”, non sembra  aver specificato nulla in merito alla correlazione-equiparazione delle due figure, soprattutto con specifico riferimento ai titolari della predetta abilitazione ma con la precedente nomenclatura, anche nella plausibile ottica delle annotazioni matricolari.

La nostra segnalazione, nasce, in particolare, in considerazione del fatto che la sostituzione appare essere spinta solo da motivazioni terminologiche, ossia dal preciso scopo di dare uno profilo professione più adeguato allo specialista in esame.

image_pdfSCARICA IN PDFimage_printSTAMPA

Letta 722 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi