Il neo Commissario di Polizia Cossiga… – Sindacato Autonomo di Polizia

Il neo Commissario di Polizia Cossiga…

Il Presidente Emerito della Repubblica, Francesco Cossiga, ha compiuto 80 anni e per l&#39occasione ha ricevuto la nomina di Commissario della Polizia di Stato “ad honorem”. Al “collega” Cossiga,...
Il Presidente Emerito della Repubblica, Francesco Cossiga, ha compiuto 80 anni e per l&#39occasione ha ricevuto la nomina di Commissario della Polizia di Stato “ad honorem”.
Al “collega” Cossiga, che sempre ha difeso la Polizia di Stato (anche recentemente con affermazioni forti e senza peli sulla lingua!), la Segreteria Generale del SAP augura ogni bene e rinnova i propri sentimenti stima e amicizia.

COSSIGA; 80 ANNI,COSA NON RIFAREI? PRESIDENTE REPUBBLICA/ANSA –
PRANZO IN CASA CON FAMILIARI, POI DJ IN RADIO E SUBITO AL LAVORO

(ANSA) – ROMA, 26 LUG – &#39Che cosa non rifarei delle cose che ho fatto nella mia vita? Il presidente della Repubblica&#39. Lo dice il senatore a vita Francesco Cossiga nel giorno in cui festeggia il suo ottantesimo compleanno &#39Il primo regalo – racconta, parlando con l&#39ANSA e con il TG1 – mi e&#39 arrivato ieri dal Papa che, tramite il suo segretario, mi ha fatto avere un suo libro con una dedica autografa. Poi mi e&#39 arrivato il messaggio del presidente Napolitano: malgrado sia nato a Napoli, il Capo dello Stato non ha creduto alla scaramanzia e mi ha fatto arrivare ieri i suoi graditi auguri. Decisamente scaramantico, invece, e&#39 stato il presidente del Consiglio: Silvio Berlusconi e Gianni Letta dapprima volevano venirmi a trovare ieri, ma poi hanno pensato che portasse male. Verranno nei prossimi giorni a portarmi il loro regalo&#39.
Cossiga ha trascorso la giornata del suo compleanno a casa sua, rispondendo alle centinaia di telefonate e di biglietti augurali che gli sono pervenuti dall&#39Italia e dall&#39estero: dalle massime cariche dello Stato cosi&#39 come da esponenti del mondo economico e finanziario e da semplici cittadini che ci hanno tenuto a farsi presenti per l&#39occasione.
All&#39ora di pranzo sono arrivati i parenti stretti ed il sacerdote della chiesa romana che il senatore a vita normalmente frequenta, per un pranzo familiare a base di risotto, cotolette, carciofi &#39alla giudia&#39, l&#39immancabile torta di compleanno con le candeline.
Subito dopo pranzo, l&#39irruzione&#39 del giornalista Claudio Sabelli Fioretti, che era collegato con la trasmissione &#39Un giorno da pecora&#39 di Radiodue, che gli ha fatto ascoltare gli auguri di Giulio Andreotti, di Massimo D&#39Alema e di Valeria Marini; e, &#39trasformandolo&#39 nel &#39Dj K&#39, gli ha fatto &#39lanciare&#39 due brani: l&#39inno Sardo e &#39Candle in the wind&#39 di Elton John.
Nel giorno del compleanno, a Cossiga e&#39 arrivata la nomina &#39ad honorem&#39 a commissario della Polizia di Stato: fino ad ora era &#39solo&#39 Capitano di Fregata della Marina militare, Operatore onorario di Consubim e Vicebrigadiere d&#39Onore dei Carabinieri.
Subito dopo pranzo il presidente emerito si e&#39 messo al lavoro: per limare la dichiarazione di voto che terra&#39 nell&#39Aula del Senato la prossima settimana per il conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato sul caso Eluana e per studiare le strategie che muoveranno la speciale Alta commissione per la riforma della Giustizia che il presidente del Consiglio Berlusconi lo chiamera&#39 a presiedere.
Il compimento degli ottant&#39anni rappresenta anche il momento per fare bilanci. E Cossiga confessa che avrebbe voluto fare piu&#39 a lungo il professore universitario (e&#39 dovuto andare in pensione quando e&#39 stato eletto al Quirinale) e che in fondo non avrebbe voluto fare il Capo dello Stato. &#39Perche&#39 – spiega – e&#39 un grosso errore andare al Quirinale senza avere una grossa forza politica alle spalle, che ti sceglie con convinzione e non perche&#39, come nel mio caso, ero l&#39unico che si poteva fare eleggere con i voti del Pci. Io al Quirinale sono stato a disagio: in fondo non ero il candidato della Dc che, infatti, da li a poco mi avrebbe mollato. E poi – conclude il senatore a vita – il Quirinale e&#39 un posto noiosissimo: di questo ho avvisato anche Giorgio Napolitano e sua moglie&#39.
(ANSA).FLB 26-LUG-08 19:01

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 1.051 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com