Il Giorno del Ricordo » FOIBE

Ogni anno il Sap onora questo a giornata ricordando il sacrificio di migliaia di uomini, donne, bambini, che pagarono con la vita il solo fatto di essere italiani o, come nel caso dei Poliziotti e degli appartenenti ad altre Forze dell’Ordine, di rappresentare con la divisa i valori dello Stato italiano.


Colleghi che subirono persecuzioni torture e “infoibamenti” ad opera dei partigiani jugoslavi.
Di questi coraggiosi e sfortunati eroi, non tutti purtroppo, vi è traccia indelebile nel Famedio della Questura di Trieste e nella lapide apposta presso la Questura di Gorizia, proprio per iniziativa del Sap che già nel giugno 1998, sei anni prima dell’istituzione della ricorrenza e perció quando poco ancora si parlava di questa orribile pagina della recente storia europea, ne ha promosso la posa.

Emblematica la vicenda del Questore isontino Vito Genchi, prima deportato e poi morto nel ’47 in Jugoslavia, pressoché dimenticato dalle istituzioni Italiane come gli altri appartenenti alla Polizia scomparsi per mano delle bande ”
titine”
e cui non è mai stato adeguatamente reso onore.