Ddl stabilita’, servono modifiche e risorse (ANSA e AGENPARL) – Sindacato Autonomo di Polizia

Ddl stabilita’, servono modifiche e risorse (ANSA e AGENPARL)

L. stabilita’ : Sap, poliziotti pronti a mobilitazione 21 Ottobre, 13:40 (ANSA) – ROMA, 21 OTT – – “Il disegno di legge di stabilita’ approvato dal Governo e’ negativo...
L. stabilita’ : Sap, poliziotti pronti a mobilitazione
21 Ottobre, 13:40 (ANSA) – ROMA, 21 OTT – – “Il disegno di legge di stabilita’ approvato dal Governo e’ negativo per il comparto sicurezza e ci prepariamo ad un nuovo e forte percorso di lotta, dissenso e mobilitazione”. Lo afferma Nicola Tanzi, segretario generale del sindacato di polizia Sap.
“Sono inaccettabili – dice Tanzi – la previsione di un’ulteriore proroga del blocco contrattuale anche per il 2014, la diminuzione delle risorse destinate al trattamento accessorio in misura proporzionale alla riduzione del personale in servizio e, soprattutto, le risorse concesse ai militari per il proseguimento di quella farsa chiamata operazione strade sicure”.
“Il Governo e il Parlamento – conclude il sindacalista – possono e debbono apportare modifiche, trovando risorse significative per la Polizia di Stato. Non accetteremo sconti o papocchi. E non accetteremo neppure generici impegni. Altrimenti, non restera’ che la via della piazza alla quale ci stiamo preparando. Perche’ a tutto c’e’ un limite”. (ANSA). NE

L. STABILITA’: SAP, POLIZIOTTI PRONTI A SCENDERE IN PIAZZA
(AGENPARL) – Roma, 21 ott – “Il disegno di legge di stabilita’ approvato dal Governo e’ negativo per il comparto sicurezza e ci prepariamo ad un nuovo e forte percorso di lotta, dissenso e mobilitazione”. E’ quanto afferma Nicola Tanzi, segretario generale del sindacato di polizia Sap, uno dei maggiori.
“Sono inaccettabili – dice Tanzi – la previsione di un’ulteriore proroga del blocco contrattuale anche per il 2014, la diminuzione delle risorse destinate al trattamento accessorio in misura proporzionale alla riduzione del personale in servizio e, soprattutto, le risorse concesse ai militari per il proseguimento di quella farsa chiamata operazione strade sicure”.
“Il Governo e il Parlamento – conclude il sindacalista – possono e debbono apportare modifiche, trovando risorse significative per la Polizia di Stato. Non accetteremo sconti o papocchi. E non accetteremo neppure generici impegni. Altrimenti, non restera’ che la via della piazza alla quale ci stiamo preparando. Perche’ a tutto c’è un limite”. Lunedi’ 21 ottobre 2013 11:57


Read more


image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 333 volte

CATEGORIE
NEWSRoma

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com