Cosenza: arresto boss, colleghi costretti ad usare auto private (ADNKRONOS) – Sindacato Autonomo di Polizia

Cosenza: arresto boss, colleghi costretti ad usare auto private (ADNKRONOS)

‘NDRANGHETA: SAP SU ALLARME BRUNI, SISTEMA SICUREZZA ORMAI AL COLLASSO ‘FORZE DELL’ORDINE DA TEMPO UTILIZZANO AUTO E COMPUTER PROPRI PER INDAGINI’ Roma, 13 apr. (Adnkronos) – “L’allarme del sostituto...
‘NDRANGHETA: SAP SU ALLARME BRUNI, SISTEMA SICUREZZA ORMAI AL COLLASSO
‘FORZE DELL’ORDINE DA TEMPO UTILIZZANO AUTO E COMPUTER PROPRI PER INDAGINI’

Roma, 13 apr. (Adnkronos) – “L’allarme del sostituto procuratore della Dda di Catanzaro Pierpaolo Bruni e’ soltanto l’ennesima, tragica conferma di un sistema sicurezza ormai al collasso, a causa dei tagli avvenuti negli ultimi cinque anni”. E’ quanto afferma il segretario generale del Sap, sindacato autonomo di polizia, Nicola Tanzi, commentando le dichiarazioni del sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Pierpaolo Bruni, sulla cattura del latitante Franco Presta, eseguita “con una Panda e con le macchine personali dei ragazzi della squadra mobile”.

Tanzi, in proposito, ricorda che “da tempo, purtroppo, per le donne e gli uomini della Polizia impegnati in prima linea, e’ quasi normale lavorare a indagini e inchieste delicate, utilizzando auto e mezzi propri come i computer, spesso senza nemmeno vedersi riconosciuto il pagamento delle ore di straordinario lavorate”.

Sottolinea Tanzi: “Ai colleghi della squadra mobile di Cosenza, che hanno arrestato il boss Franco Presta, va tutto il nostro plauso.
Alla classe politica e in particolare ai partiti che sostengono il governo Monti chiediamo di non limitarsi a generiche dichiarazioni di apprezzamento, ma di contribuire concretamente, per non ridurre ulteriormente le risorse per le forze dell’ordine, per recuperare nuovi appostamenti economici e soprattutto per impedire che poliziotti, carabinieri e militari siano costretti ad andare in pensione a 65 anni ed oltre”.


(Sin/Zn/Adnkronos) 13-APR-12 18:40


‘NDRANGHETA: CATTURA LATITANTE CON AUTO PRIVATE POLIZIOTTI, “SERVONO RISORSE”

Cosenza, 13 apr. (Adnkronos) – “A questa cattura si e’ arrivati con una Panda e con le macchine personali dei ragazzi della squadra mobile. Sentiamo molto parlare di ‘ndrangheta e criminalita’ organizzata pero’ poi alle parole devono seguire i fatti. Soprattutto risorse finanziarie. Altrimenti parlare di criminalita’ organizzata diventa soltanto un pretesto per mettersi in vetrina”. Lo ha dichiarato il sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Pierpaolo Bruni, parlando con i giornalisti a margine della cattura del latitante Franco Presta, scovato ieri sera a Rende dopo tre anni di latitanza.


(Ink/Ct/Adnkronos) 13-APR-12 15:52



La notizia sul sito della Polizia
Read more


image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 583 volte

CATEGORIE
CatanzaroCosenzaNEWSRoma

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com