Convertito in legge il d.l. sicurezza – Sindacato Autonomo di Polizia

Convertito in legge il d.l. sicurezza

DL SICUREZZA: E&#39LEGGE DELLO STATO (ANSA) – ROMA, 22 APR – Giro di vite per chi compie violenza sessuale (si rischia fino all&#39ergastolo) e per chi compie molestie insistenti,...
DL SICUREZZA: E&#39LEGGE DELLO STATO
(ANSA) – ROMA, 22 APR – Giro di vite per chi compie violenza sessuale (si rischia fino all&#39ergastolo) e per chi compie molestie insistenti, con l&#39inserimento del reato di stalking nel codice penale e il patrocinio gratuito per le vittime di stupri.
Questi i due punti forti del decreto sulla sicurezza convertito in via definitiva dal Senato con un voto bipartisan (261 si&#39, tre no e un astenuto) frutto anche delle modifiche apportate dalla Camera (in prima lettura) sul testo del governo con l&#39eliminazione delle contestate norme sulle ronde e sul prolungamento fino a sei mesi della permanenza degli immigrati clandestini nei Cie (Centri di identificazione e espulsione). Queste le principali norme della nuova legge nata sull&#39 onda delle notizie di cronaca su alcuni stupri, tra cui quello al parco della Caffarella a Roma.
– ERGASTOLO: E&#39 la pena prevista per chi uccide durante una violenza sessuale, o atti sessuali con minorenne, violenza sessuale di gruppo o stalking.
– CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE: E&#39 obbligatoria quando si e&#39 in presenza di gravi indizi di colpevolezza per i reati di omicidio e taluni reati in materia sessuale tra cui l &#39induzione alla prostituzione minorile, la pornografia minorile, il turismo sessuale, atti sessuali con minorenne, violenza sessuale di gruppo. Inoltre, c&#39e&#39 l&#39arresto obbligatorio in flagranza nei casi di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo. Giro di vite anche sui benefici penitenziari per chi e&#39 condannato per delitti a sfondo sessuale: maggiori difficolta&#39 di accedere al lavoro esterno, permessi premio e misure alternative alla detenzione.
– ARRESTI DOMICILIARI PER STUPRATORI SE C&#39E&#39 ATTENUANTE: chi ha commesso uno stupro potra&#39 ottenere gli arresti domiciliari, solo se il magistrato gli avra&#39 riconosciuto le attenuanti. Nel testo del governo questa possibilita&#39 non c&#39era.
– PATROCINIO GRATUITO: Le vittime del reato di violenza sessuale possono accedere al patrocinio gratuito a spese dello Stato anche in deroga ai limiti di reddito ordinariamente previsti dalla legge.
– FONDO SICUREZZA E FONDO VITTIME VIOLENZA SESSUALE: si tratta di 150 milioni di euro per il 2009 per le esigenze urgenti di tutela della sicurezza pubblica e del soccorso pubblico. Altri 3 milioni di euro sono destinati al Fondo nazionale contro le vittime di violenza sessuale.
– STALKING: Viene introdotto nel codice penale il reato di &#39atti persecutori&#39, il cosiddetto stalking che riguarda le molestie insistenti, che scatta quando c&#39e&#39 una ripetitivita&#39 di azioni contro una persona. Ora e&#39 un reato &#39provocare un perdurante stato di ansia o paura nella vittima ovvero ingenerare un fondato timore per l&#39incolumita&#39 propria o di un prossimo congiunto o di una persona alla medesima legata da relazione affettiva ovvero tale da alterare le proprie abitudini di vita&#39. La pena e&#39 la reclusione da 6 mesi a 4 anni. Si agisce su querela della persona offesa che ha 6 mesi di tempo per presentarla e il magistrato puo&#39 procedere d&#39ufficio nel caso in cui la vittima sia un minore o una persona disabile.
– AMMONIMENTO E DIVIETO DI AVVICINAMENTO: Nel periodo che intercorre tra il comportamento persecutorio e la presentazione della querela, e allo scopo di dissuadere il reo da compiere nuovi atti, viene introdotta la possibilita&#39 per la persona offesa di avanzare al questore richiesta di ammonimento nei confronti dell&#39autore della condotta. Se il soggetto gia&#39 ammonito commette reato di stalking la pena e&#39 aumentata. Il giudice puo&#39 prescrivere all&#39imputato il divieto di avvicinarsi ai luoghi che la vittima frequenta abitualmente.
– NUMERO VERDE E MISURE DI SOSTEGNO: Le forze dell&#39ordine, i presidi sanitari e le istituzioni pubbliche che ricevono dalla vittima notizia di reato di atti persecutori, hanno l&#39obbligo di fornire alla medesima tutte le informazioni relative ai centri antiviolenza presenti sul territorio. Inoltre, presso il Dipartimento delle Pari opportunita&#39 viene istituito a favore delle vittime di stalking un numero verde nazionale, attivo 24 ore su 24, con compiti di assistenza psicologica e giuridica.
– VIDEOSORVEGLIANZA: i Comuni sono autorizzati ad impiegare sistemi di videosorveglianza nei luoghi pubblici o aperti al pubblico.
– 150 MILIONI A FORZE ORDINE: aumentano gli stanziamenti e questa e&#39 l&#39unica parte che resta dell&#39 articolo 6, quello che istituiva le ronde e che e&#39 stato cassato in attesa che se ne occupi il ddl Sicurezza all&#39esame della Camera.
(ANSA) SES 22-APR-09 14:12

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 435 volte

CATEGORIE
LazioNEWSPratoSegreterie regionali

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com