Cassarà, Montana, Antiochia… Per non dimenticare! – Sindacato Autonomo di Polizia

Cassarà, Montana, Antiochia… Per non dimenticare!

Ninni Cassarà (nella foto), Beppe Montana, Roberto Antiochia. E ci fermiamo qui, perché la lista potrebbe proseguire. Nomi di colleghi, di eroi che hanno combattuto in prima linea la...

Ninni Cassarà (nella foto), Beppe Montana, Roberto Antiochia. E ci fermiamo qui, perché la lista potrebbe proseguire. Nomi di colleghi, di eroi che hanno combattuto in prima linea la mafia e la criminalità organizzata, finendo morti ammazzati e, in molti casi, dimenticati. Noi non dimentichiamo. Montana fu ucciso a Porticello, nel palermitano, il 28 luglio 1985; il procuratore Gaetano Costa perse la vita il 6 agosto 1980; il tenente colonnello dei carabinieri Giuseppe Russo, ucciso a Ficuzza di Corleone il 20 agosto 1977 assieme all’insegnante Filippo Costa; il vice questore Antonino Cassarà, ucciso a Palermo il 6 agosto 1985 assieme all’agente Roberto Antiochia; il procuratore della Repubblica Pietro Scaglione, assassinato a Palermo il 5 maggio 1971 assieme all’agente della polizia penitenziaria Antonino Lorusso. Non possiamo dimenticare. E non dovrebbe farlo neanche la classe politica, troppo spesso attenta, tra provvedimenti di clemenza e leggi eccessivamente garantiste, alle ragioni di Caino e lontana, in molti, troppi casi, dalle esigenze di Giustizia di Abele e di tutti coloro che ogni giorno difendono la Democrazia e la Libertà nel nostro Paese.

Lancio ANSA del Sap
Read more

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 355 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com