Buoni per abiti civili, uniformi, videocamere e regole di ingaggio: tante conferme alle tesi del SAP – Sindacato Autonomo di Polizia

Buoni per abiti civili, uniformi, videocamere e regole di ingaggio: tante conferme alle tesi del SAP

Si è svolto presso il Dipartimento l’incontro sulla mancata fornitura di vestiario per coloro che operano in abiti civili. A riferire sulla questione è intervenuto il Vice Capo Vicario...
Si è svolto presso il Dipartimento l’incontro sulla mancata fornitura di vestiario per coloro che operano in abiti civili. A riferire sulla questione è intervenuto il Vice Capo Vicario Pref. Marangoni e con lui il Direttore dei Servizi Di Ragioneria Pref. Ricciardi, il Direttore del Tecnico Logistico Pref. Franceschelli e il Direttore delle Relazioni Sindacali Dr. Tommaso Ricciardi. Per il SAP vi era il Segr. Gen.le Agg. Francesco Quattrocchi e i Segr.ri Naz.li Michele Dressadore e Francesco Pulli.
Il pref. Marangoni ha esordito comunicando che per l’anno in corso il budget complessivo per l’acquisto di vestiario ammonta a poco meno di 16 milioni di euro, cifra che l’Amministrazione ha deciso di destinare interamente a quella che ha individuato come priorità assoluta, ossia la fornitura delle nuove divise operative. È in via di completamento la distribuzione alle Volanti delle Questure ed ai Reparti Prevenzione, mentre in autunno saranno coperti i Commissariati e nei prossimi due anni le Specialità: l’obiettivo finale è di dotare tutto il personale in servizio di tale uniforme assieme alla classica ‘bicolore’.
Per coloro che lavorano in borghese sono disponibili solo le somme ottenibili dalle cosiddette ‘economie di gara’, frutto delle offerte al ribasso negli appalti. Ad oggi vi sono in cassa circa 500 mila euro e la volontà sarebbe di arrivare almeno ad 1.750.000.
Nulla invece è disponibile per l’annualità 2013. Considerato, peraltro, che le segnalazioni giunte dal territorio hanno individuato ben 18.500 aventi diritto, il Vice Capo ha auspicato l’istituzione di una più pratica e utile ‘indennità vestiario’ mensile in modo da sostituire l’attuale farraginosa procedura e di poter ricomprendere altri Uffici che, per compiti e mansioni, sono assimilabili ai settori investigativi, come le Scorte, i Nop, la Scientifica, le Sezioni P.G., ecc…. Su questa proposta il SAP si è dichiarato disponibile ad una discussione, improntata però al riconoscimento di risorse adeguate e non risibili. Per contro, sulla questione in generale, il SAP, richiamando le assicurazioni ufficiali ricevute nel 2013 dal Dipartimento circa la regolare corresponsione del beneficio, seppur diminuita del 12% dai noti tagli di bilancio ed erogata in ritardo, ha ribadito l’assoluta necessità di pagare quanto promesso per lo scorso anno e di trovare entro breve periodo le somme utili per liquidare il 2014. Per ciò che concerne l’intero assetto della ripartizione del materiale al personale il SAP ha esortato ad una profonda riflessione su tutto il settore con completa rivisitazione delle cifre assegnate allo scopo, attese le non più sostenibili lamentele della periferia.
Il Pref. Marangoni ha colto poi l’occasione per fornire alcune importanti comunicazioni su temi di particolare interesse.
Le Commissioni Paritetiche (Premi, Vestiario, Scuole, ecc…), attualmente bloccate a causa del divieto di generare costi, a settembre riprenderanno a funzionare grazie alla disponibilità dei Sindacati ad accollarsi gli oneri relativi alla partecipazione dei loro rappresentanti.
Procede il progetto pilota di individuazione di un’indennità aeroportuale, partendo dalla disponibilità offerta dalla Società di gestione dello scalo di Fiumicino, ma con l’obiettivo di coinvolgere tutte le aziende concessionarie dei vari aeroporti d’Italia.
La sperimentazione delle videocamere individuali per servizi di OP, iniziata a luglio e in scadenza a dicembre, sta dando buoni risultati e fra due mesi si deciderà se dotare solo tre operatori per squadra o tutta l’unità. Ad ottobre, completato lo studio sulle specifiche modalità operative, dovrebbe partire la sperimentazione sulle Volanti. È in via di predisposizione la gara d’acquisto.
Sempre a settembre è prevista la distribuzione ai Reparti Mobili dello spry al Capsicum, lo stesso già messo in prova alle volanti, con getto a 5 metri: prima dell’assegnazione devono essere aggiornati i Decreti sull’armamento in dotazione alla Polizia di Stato.
Proficua anche la sperimentazione avviata sull’inserimento negli uboot di un auricolare che permetta al Capo contingente di comunicare le disposizioni al personale in OP.
A fine estate dovrebbe inoltre iniziare la prava d’uso presso le Volanti di Roma di una fascia in velcro in varie lunghezze, strumento che potrà assolvere a varie funzioni, dall’emergenza, al soccorso ed anche al bloccaggio degli arti.
Il più importante fra i progetti in via di completamento resta la codificazione delle cosiddette Regole d’ingaggio: l’enunciato avrà valore di Legge, mentre la declinazione pratica avverrà con Regolamenti operativi predisposti da ogni singola Forza di Polizia: il nostro Dipartimento lavora su 14 schede che fungeranno da ‘binari’ su cui indirizzare la condotta operativa, con il necessario spazio di adattabilità che le singole fattispecie concrete esigono. I focus sono principalmente due: da un lato l’interposizione delle nuove attrezzature (telecamere, capsicum, velcro, ecc..) per aumentare la distanza fra poliziotti in azione ed utente (manifestante o contrrollato), dall’altro l’immediata cessazione dell’azione coercitiva al venir meno della reazione di quest’ultimo.
Infine il Vice Capo ha confermato il trasferimento dal prossimo 1 ottobre del Centro Addestramento Cinofilo presso la nuova struttura di Ladispoli: da verificare la permanenza o meno di una unità nell’attuale sede di Nettuno.
Fatte salve le pessime notizie sul ristoro ai colleghi che operano in abiti civili, questione che non intendiamo lasciar correre, soprattutto in ragione delle ampie e dimostrabili lacune palesate negli acquisti delle uniformi, resta motivo di innegabile soddisfazione riscontrare che le iniziative suggerite e spinte dal SAP in tema di tutela del personale, a partire dalle videocamere sulle divise e dalle regole d’ingaggio, tanto per citare quelle più note, sono finalmente una priorità del Ministero.
image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Letta 591 volte

CATEGORIE
LazioNEWSRomaSegreterie regionali

ARTICOLI CONNESSI

Archivi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com