ALLARME HOTSPOT, CHI DIFENDE I DIFENSORI

ALLARME HOTSPOT, CHI DIFENDE I DIFENSORI

Hotspot di Taranto al limite e da ristrutturare. Il Segretario Provinciale SAP di Taranto, Pasquale Magazzino, lancia un grido di denuncia: “Se è un centro di permanenza temporaneo tale...

Hotspot di Taranto al limite e da ristrutturare. Il Segretario Provinciale SAP di Taranto, Pasquale Magazzino, lancia un grido di denuncia: “Se è un centro di permanenza temporaneo tale deve rimanere. Se dovesse essere altro che venga strutturato diversamente”.

Spiega il Segretario che durante il giorno tra militari e forze dell’ordine nei turni h24 ci sono circa 170/180 operatori impegnati in questo servizio e questo crea un disagio assurdo soprattutto nel periodo estivo, soprattutto per la carenza di organico che viene sottratto al territorio. Questo Hotspot a detta del Segretario è un centro che deve essere chiuso.

Ed è per far emergere questa emergenza che il SAP Provinciale di Taranto, sta organizzando per martedì 26 luglio una manifestazione in più punti della città, per sensibilizzare e portare la questione all’attenzione dei chi di dovere.

Per questi motivi la Segreteria Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia comunica che martedì 26 luglio 2022 rappresentanti della Segreteria, del Consiglio ed iscritti al SAP procederanno alla distribuzione alla cittadinanza di un volantino, con il quale si intende mettere a conoscenza l’opinione pubblica della inadeguatezza dell’Hotspot di Taranto. Il volantinaggio si svolgerà con la presenza di appartenenti al Sindacato Autonomo di Polizia, i quali indosseranno una T-shirt di colore blu con il logo SAP, ed avrà il seguente programma:

–           Dalle ore 09,30 alle ore 11,00 nei pressi della locale Prefettura;

–          Dalle ore 12,30 alle ore 14,00 nei pressi dell’ Hotspot.

 

image_pdfSCARICA IN PDFimage_printSTAMPA

Letta 538 volte

CATEGORIE
NEWS

ARTICOLI CONNESSI

Archivi