INDENNITÀ CONTROLLO DEL TERRITORIO E FONDO DA DESTINARE ALLE QUALIFICHE DI V. QUESTORE AGGIUNTO E V. QUESTORE. ESITO RIUNIONE ODIERNA

Nel pomeriggio odierno, presso la sala Europa dell’ufficio per il Coordinamento e la Pianificazione delle forze di polizia, si è tenuta la riunione con l’Amministrazione relativa alla definizione dell’indennità di cui all’art.7 (Indennità per servizi per il controllo del territorio) dell’accordo sottoscritto l’8 maggio 2019 inerente la ripartizione delle risorse confluite nel fondo incentivante per l’anno 2018. Inoltre si è discusso in ordine al compenso di valorizzazione da attribuire ai Vice Questori Aggiunti, Vice Questori e qualifiche corrispondenti in servizio nell’anno 2018 e nel periodo dal 1 gennaio al 30 giugno 2019 di cui all’art.45 comma11 decreto legislativo 29 maggio 2017 n.95.

Si è specificata l’indennità sulla nuova fattispecie Indennità per “il controllo del territorio” che mira ad incentivare gli operatori di tutti gli uffici che svolgono nelle fasce orarie serali 19/01 o 19/24 e notturne 01/07 o 00/06 o 00/o7) o 22/07 – servizi esterni di pronto intervento e soccorso pubblico, organizzati in turni continuativi o sulla base di ordini formali di servizio e coordinati dalle sale operative delle Questure e delle sale operative o delle sale radio dei commissariati distaccati (centri di risposta 113/112 NUE e dalle sale operative o dalle sale radio delle specialità).

Beneficiario del compenso è anche il personale che nelle medesime fasce orarie presta servizio nelle predette sale operative concorrendo al dispositivo di controllo per il territorio a supporto delle unità operative esterne, così come il personale impiegato occasionalmente nei predetti servizi, nelle stesse fasce orarie sopra indicate (ad esempio, l’operatore addetto all’ufficio passaporti chiamato a sostituire il collega delle volanti). In quest’ultimo caso, il compenso è corrisposto in ragione del numero dei turni di servizio effettuati.

In merito alla spettanza dell’indennità in questione alle sale operative e sale radio, è stato chiarito che spetta comunque, qualsiasi sia il dispositivo poiché le sale operative e le sale radio concorrono al controllo del territorio a prescindere se sul territorio vi sia la presenza di pattuglie anche se le medesime sono state annullate per mancanza di personale.

Il pagamento delle competenze è previsto tra i mesi di ottobre/novembre.

Il compenso per le indennità del controllo del territorio prevede:

– per i turni serali Euro 3,60;

– per i turni notturni Euro 7,20.

Per quanto concerne il fondo di cui all’art.45 del decreto legislativo 95 del 2017 l’amministrazione ha accolto le osservazioni ricevute, non diversificando l’importo tra Vice Questori Aggiunti e Vice Questori individuato in Euro 5,35 per ogni presenza a prescindere dalla qualifica.