CREMONA. Il Sap in prima linea per la solidarietà: raccolti fondi per i poveri di Perù e Bolivia

Tradizionale serata di beneficenza organizzata dal Sap, destinata alla raccolta fondi per i poveri di Perù e Bolivia.


CREMONA. LAVORATRICI BANCARIE E POLIZIOTTE DESTINANO UN CONTRIBUTO ALL’ASSOCIAZIONE AIDA ONLUS

Le lavoratrici Bancarie della FABI di Cremona e provincia e le lavoratrici della Polizia di Stato del SAP Sindacato Autonomo di Polizia di Cremona e provincia destinano un contributo, all’associazione A.I.D.A. onlus (associazione incontro donne antiviolenza). Maggiori dettagli nella locandina in allegato.


SERATA DI BENEFICIENZA DEL SAP A CREMONA: I FONDI RACCOLTI PER AIUTARE I BAMBINI IN SUDAMERICA

Si è instaurato ormai un forte legame tra la nostra Segreteria di Cremona e il gruppo guidato dalla religiosa Suor Elena Portas che si occupa di fornire assistenza e ristoro ai bambini abbandonati in alcuni paesi del Sudamerica. Per questo, come ogni anno ormai, si è svolta la tradizionale cena di beneficienza per raccogliere fondi. La cena, alla quale hanno partecipato circa 150 persone,  è stata preceduta da un momento di raccoglimento dedicato alla memoria di tutti i caduti della Polizia di Stato e in generale dei tanti amici in passato presenti alla serata benefica e che sono deceduti negli anni scorsi. Erano presenti il Vice Questore Vicario Dott. Guglielmo Toscano, il Segretario Nazionale del Sap Michele Dressadore insieme ai rappresentanti locali e provinciali del nostro sindacato. Ospiti e collaboratori graditi i colleghi del Conapo insieme ad altre organizzazioni di zona che non hanno voluto far mancare il loro sostegno. Grazie al contributo che ormai da molti anni il Sap invia in Perù ed in Brasile e grazie alla preziosa collaborazione di don Giuseppe Ghisolfi, parroco di Borgo Loreto, i bambini e le famiglie di suor Elena ricevono pasti, assistenza e materiale scolastico che permette loro di superare, almeno in parte, i disagi della vita. Ancora complimenti alla Segreteria di Cremona per tutte le iniziative che da anni porta avanti.


SUOR MARIA ELENA PORTAS MISSIONARIA IN PERÙ RINGRAZIA IL SAP DI CREMONA PER GLI AIUTI

La cena di sabato sera in oratorio è stata l’occasione per riabbracciare, seppur per pochi giorni, Suor Maria Elena Portas, missionaria in Perù. La religiosa nell’occasione ha voluto ringraziare Gianluca Epicoco e Mauro Bonazzoli, anime del Sap, che da sempre sostengono questo progetto organizzando iniziative con lo scopo di raccogliere fondi da inviare alla popolazioni povere del paese sudamericano.  Un grazie di cuore da tutti noi agli amici del Sap cremonese per tutto il loro impegno in queste lodevoli iniziative.

 


CREMONA. ARRIVERANNO TRE AGENTI A RAFFORZARE PRESIDIO POLFER

Cremona, si cambia rotta. Tre agenti arriveranno a rafforzare il presidio di polizia ferroviaria


SAP E FABI DI CREMONA A SOSTEGNO DELLE DONNE IN SITUAZIONE DI FRAGILITA’

In occasione della Festa della Donna, le colleghe del Sap e della Fabi (Federazione Autonoma Bancari Italiani) di Cremona hanno destinato un contributo alla Casa di Nostra Signora che si occupa di donne in situazioni di fragilità. La struttura, ancora in fase di ultimazione, dovrebbe prevedere residenze temporanee, aiutando altresì le donne con progetti integrati di sostegno e opportunità di reinserimento lavorativo.

CREMONAOGGI.IT


CREMONA. ACCOLTA L’IDEA DEL SAP: L’EX MANFREDINI DIVENTA CITTADELLA DELLA SICUREZZA

L’ex Caserma Manfredini diventerà la cittadella della sicurezza. Il Sap commenta positivamente il prosieguo delle procedure di trasformazione, essendo stata la segreteria stessa molti anni fa, a lanciare questa idea che si sta concretizzando.

LAPROVINCIA


CREMONA. STAZIONI FERROVIARIE SGUARNITE, IL SAP: “POLITICI CI IGNORANO”

Il Sap provinciale di Cremona torna sulla situazione della stazioni ferroviarie e sulla questione della Polfer indebolita, sottolineando la maniera in cui la politica continua a non ascoltare il loro sos.

LAPROVINCIA


CREMONA. LA LEGALITA’ ARRETRA. ORGANICO CARENTE IN POLFER

Il personale Polfer è stato dimezzato. Questo secondo il Sap di Cremona, significa smettere di garantire un controllo vero, sia in termini di presidio che di prevenzione.

LAPROVINCIA