Riordino e previdenza, le priorita' del SAP (ADNKRONOS e APCOM-TMNews)

letta:  14045  volte
Pubblicata il:  19.02.2012;

SICUREZZA: SAP, CANCELLIERI DIA SEGNALE SU PENSIONI E RIORDINO CARRIERE COMPARTO
Roma, 19 feb. (Adnkronos) - "La questione dell'armonizzazione del sistema previdenziale per il comparto sicurezza, prevista dalla ultima manovra Monti entro giugno, si intreccia inevitabilmente con la problematica del riordino interno delle carriere che servira' a rendere piu' efficienti le forze di polizia. Per questo, al ministro dell'Interno Cancellieri abbiamo chiesto un segnale concreto anche sul tema della riqualificazione dei ruoli e delle qualifiche ed in particolare sull'approvazione di una legge delega che consenta di affrontare e risolvere la delicata questione della specificita' della professione".
E' quanto afferma Nicola Tanzi, segretario generale del sindacato di polizia Sap.
"Unitamente al riordino interno delle carriere - spiega Tanzi - va evitata qualsiasi penalizzazione concernente il trattamento pensionistico, con conseguente mantenimento degli istituti attualmente vigenti per gli appartenenti alle forze dell'ordine. Inoltre, riteniamo necessaria una tempistica certa e definitiva per quel che riguarda l'avvio della previdenza complementare, fondamentale per non penalizzare le pensioni future dei poliziotti piu' giovani".
(Sin/Ct/Adnkronos) 19-FEB-12 12:59 NNNN

Sicurezza/ Pensioni e carriere, Sap: Cancellieri dia segnale
"Va affrontata la questione della specificita' della professione"

Roma, 19 feb. (APCOM-TMNews) - Il Sap, sindacato autonomo di polizia interviene sulla questione delle pensioni e del riordino delle carriere: "Al ministro Cancellieri chiediamo segnale concreto", e, sottolinea il segretario Nicola Tanzi, "va affrontata la questione della specificita' della professione".
"La questione dell`armonizzazione del sistema previdenziale per il comparto sicurezza, prevista dalla ultima manovra Monti entro giugno, si intreccia inevitabilmente con la problematica del riordino interno delle carriere che servira' a rendere piu' efficienti le forze di polizia", spiega in un nota Nicola Tanzi, segretario generale del sindacato di polizia Sap.
"Per questo - sottolinea Tanzi - al ministro dell'Interno Cancellieri abbiamo chiesto un segnale concreto anche sul tema della riqualificazione dei ruoli e delle qualifiche ed in particolare sull`approvazione di una legge delega che consenta di affrontare e risolvere la delicata questione della specificita' della professione".
"Unitamente al riordino interno delle carriere - prosegue Tanzi - va evitata qualsiasi penalizzazione concernente il trattamento pensionistico, con conseguente mantenimento degli istituti attualmente vigenti per gli appartenenti alle forze dell'ordine".
"Inoltre - conclude il segretario del Sap - riteniamo necessaria una tempistica certa e definitiva per quel che riguarda l`avvio della previdenza complementare, fondamentale per non penalizzare le pensioni future dei poliziotti piu' giovani".
Red/Gtu 191352 feb 12

Le altre News

25 Aprile, la Festa della Liberazione

letta:  30138  volte
Pubblicata il:  25.04.2014;

La data del 25 Aprile 1945 rappresenta un giorno di importanza fondamentale per la storia della Repubblica Italiana. Una storia che, purtroppo, si tende spesso a dimenticare. Oggi ricorre il 69░ Anniversario: in questo stesso giorno, oltre mezzo secolo fa, il nostro Paese venne liberato dalle truppe di occupazione naziste e dal fascismo. Una Liberazione avvenuta grazie al prezioso contributo della Resistenza Italiana: uomini e donne, in molti casi giovanissimi, che hanno vissuto anni e momenti difficili, trovandosi spesso a combattere contro amici e parenti che stavano dall'altra parte. Tra loro, pure tanti poliziotti e militari che, con coraggio non comune (anche considerando il loro status e la loro professione), hanno compreso da quale parte occorresse stare per riportare in Italia Liberta' e Democrazia. Per questo, il Sindacato Autonomo di Polizia celebra la ricorrenza, ricordando a tutti che lo stato di Democrazia e Liberta' in cui viviamo, la condizione di benessere della quale godiamo, pur tra mille problemi esistenti, non ci e' data per diritto divino, ma e' frutto di lotte e battaglie che sono costate sacrifici e morti ad una intera generazione. Diceva Churchill: "La Democrazia e' un sistema di governo pieno di difetti, ma tutti gli altri ne hanno di piu'". E' bene non scordarlo mai, specialmente in questi tempi che stiamo vivendo!

"Tagli a noi e ai magistrati niente", il SAP in evidenza sul TEMPO

letta:  406  volte
Pubblicata il:  25.04.2014;

La posizione del Sindacato Autonomo di Polizia a difesa delle retribuzioni dei colleghi e' stata ripresa e rilanciata con evidenza dal quotidiano diretto da Gian Marco Chiocci.

Cottarelli, il SAP sul MESSAGGERO

letta:  4888  volte
Pubblicata il:  24.04.2014;

La posizione del Sindacato Autonomo di Polizia e' stata ripresa nell'articolo di Carlo Mercuri.

La battaglia del SAP per gli stipendi (lancio agenzia stampa ANSA)

letta:  4788  volte
Pubblicata il:  24.04.2014;

Spending: Sap, poliziotti non valgono meno dei magistrati
E tagli incidono su stipendi molto piu' bassi

(ANSA) - ROMA, 24 APR - "I magistrati, legittimamente, si oppongono al taglio dei loro stipendi perche', hanno sostenuto in questi giorni, toccare le retribuzioni vuol dire incidere sull' indipendenza e la professionalita' del lavoro dei giudici. Una tesi che, se fatta valere per chi, mediamente, guadagna tra i 7.000 e i 14.000 euro al mese, ancor piu' oggi deve trovare applicazione per i poliziotti". Lo dichiara Gianni Tonelli, presidente nazionale del sindacato di polizia Sap, ricordando che i poliziotti "hanno retribuzioni decisamente inferiori e nell'ultimo quinquennio, hanno perso in media 200 euro netti al mese, tra mancati scatti e una busta paga ferma al 2009".
"La Polizia di Stato e le Forze dell'Ordine - dice Tonelli - rappresentano lo Stato e ne sono anzi parte sostanziale e integrante, non meno della magistratura. Proprio attenendoci alla logica e alle argomentazioni sostenute dagli ambienti interni alla magistratura, non rileviamo oggettive differenze, tali da giustificare trattamenti differenti in merito alla tutela della retribuzione, tra l'arresto operato da un poliziotto e la relativa convalida da parte del giudice, tanto per fare un esempio".
"La retribuzione - aggiunge - non solo dev'essere adeguata alla funzione svolta e garantire un' esistenza dignitosa, ma deve soprattutto essere commisurata ai rischi e ai sacrifici che i professionisti della sicurezza, che non sono semplici impiegati civili, ogni giorno corrono per difendere quelle Istituzioni che spesso li penalizzano".
"Un magistrato ordinario con qualche anno di anzianita' - sostiene il Sap - arriva a guadagnare, indennita' comprese, quasi 7.000 euro al mese, piu' di un questore di una grande citta' e quasi cinque volte in piu' rispetto a un semplice agente di polizia. Per non parlare dei magistrati di Cassazione che godono di un intoccabile meccanismo di scatti e promozioni che li porta a percepire oltre 14.000 euro al mese".
"Agli insegnanti il Governo ha voluto riconoscere un legittimo beneficio - conclude - per i magistrati vediamo adesso che cosa succede. Una cosa e' sicura: le donne e gli uomini delle Forze di Polizia sono altissimi servitori dello Stato e non meritano di essere trattati da servi, umiliati e offesi". (ANSA)

L'identificativo porta il rischio false denunce e impunita', la posizione del SAP con evidenza su LIBERO

letta:  4697  volte
Pubblicata il:  24.04.2014;

Telecamere, magistrati in strada, reati specifici e Daspo: sono queste le uniche, vere soluzioni per dare una risposta ai problemi di ordine pubblico!

News Polizia

SAP e dintorni

Archivio:   1| 2| 3| 4| 5| 6| 7|   princ.