Orgoglio SAP

L'editoriale di Nicola Tanzi

letta:  1086  volte
Pubblicata il:  02.01.2012;

Dal Flash n.1 del 2 gennaio 2012 Siamo davvero orgogliosi di poter dire che gli iscritti e i consensi del SAP sono in crescita. Un grande sindacato si riconosce dalle battaglie che porta avanti e dalle guerre che vince, dalla serietà nel tutelare gli interessi del personale senza demagogia, dalla capacità - anche in anni difficili come quelli che stiamo vivendo - di tenere la barra dritta e di non usare artifici e raggiri per prendere in giro i colleghi. Un modo di fare che ha caratterizzato sempre il Sindacato Autonomo di Polizia nella sua lunga storia. E in questi primi giorni del nuovo anno, conti finali alla mano, siamo fieri e orgogliosi di annunciare che siamo in attivo di centinaia di iscritti. Molti colleghi sono arrivati da altre organizzazioni e tanti dirigenti sindacali provenienti da varie sigle sono rientrati al SAP con umiltà e voglia di lavorare nell'esclusivo interesse delle donne e degli uomini che vestono la divisa della Polizia di Stato. Naturalmente, non ci crogioliamo sugli allori e il nostro lavoro non si è fermato mai, neppure nei giorni delle festività natalizie. La principale questione sul tappeto resta quella delle pensioni. Ad oggi, come è noto, siamo stati esclusi dalla riforma prevista dal Governo Monti, ma dobbiamo continuare a lavorare e ad impegnarci affinché, nell'ambito del Regolamento che dovrà essere emanato entro il prossimo giugno, il nostro sistema previdenziale non subisca colpi e contraccolpi. Soprattutto, bisognerà trovare una soluzione per sanare i 17 anni di ritardo della Riforma Dini e del mancato avvio della previdenza complementare. Nelle prossime settimane avremo, inoltre, un incontro col Ministro dell'Interno per la riforma della Legge 121. Il nostro scopo è quello di inserire, nell'ambito di questa riforma, una delega sull'ordinamento al fine di poter finalmente mettere mano al Riordino delle carriere. Su questo confidiamo di poter trovare un largo consenso tra le principali organizzazioni sindacali. Infine, ma non meno importante, tra le priorità di questo 2012 c'è sicuramente la problematica dell'una tantum e del pagamento degli assegni di funzione, degli avanzamenti e della clausola di salvaguardia economica per gli Ispettori Capo. Va chiusa rapidamente la partita relativa al 2011 con il concreto pagamento degli emolumenti dovuti - arretrati compresi - al personale che, in qualche caso, aspetta da oltre un anno. Nel contempo, va aperta immediatamente la questione delle risorse per il 2012 e il 2013: siamo stati i primi e gli unici a denunciare l'errore di un DPCM triennale con copertura economica incompleta che avrebbe poi costretto le Amministrazioni, con propri decreti, a reperire le risorse necessarie. I fatti ci hanno dato ragione, ma ora è opportuno - con senso di responsabilità - fare fronte comune per impedire altre penalizzazioni ai colleghi. Al Governo va posta immediatamente la richiesta di nuove risorse per il nostro Comparto. Questi gli obiettivi del Sindacato Autonomo di Polizia per il 2012, consapevoli di un consenso crescente per la nostra organizzazione che ci dà forza e ci rende sempre più orgogliosi. Orgogliosi di essere SAP!

Le altre News

#piazzapermanente, il CAMPER SAP/Consulta Sicurezza a ROVIGO (foto)

letta:  11879  volte
Pubblicata il:  23.09.2014;

Un infaticabile Fabio Ballestriero ha condotto il Camper SAP/Consulta Sicurezza fino alla "sua" Rovigo... La battaglia continua!

Il SAP sul sito di Beppe Grillo: denuncia per la Smiraglia di Bologna

letta:  4965  volte
Pubblicata il:  23.09.2014;

Il Segretario Generale del SAP Gianni Tonelli, assieme all'on. Roberta Lombardi e al portavoce M5S felsineo Massimo Bugani, ha visitato i locali della Caserma Smiraglia di Bologna, dove alloggiano i colleghi in condizione assolutamente intollerabili!

#astensione23settembre, rassegna stampa nazionale + volantino

letta:  12058  volte
Pubblicata il:  23.09.2014;

Il TEMPO, LIBERO, LEGGO e la GAZZETTA del MEZZOGIORNO hanno dato spazio alla mobilitazione del SAP e della CONSULTA SICUREZZA, oltre a moltissimi altri articoli di stampa nazionale e locale che renderemo presto disponibili. Alleghiamo anche il volantino della protesta.

#astensione23settembre, rassegna stampa locale (in aggiornamento)

letta:  9712  volte
Pubblicata il:  23.09.2014;

Grande rilievo sulla stampa locale e regionale alla mobilitazione del SAP e della Consulta Sicurezza.

Abruzzo Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Lazio Liguria Lombardia Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Umbria Veneto

#astensione23settembre, boom di adesioni tra i colleghi: dato medio oltre il 60%, punte del 90% (lanci ANSA e Agenzia Stampa Parlamentare + prime immagini dalle 700 assemblee)

letta:  5806  volte
Pubblicata il:  23.09.2014;

Statali: Sap, 60% adesioni a sciopero bianco ps-vigili fuoco
(ANSA) - ROMA, 23 SET - Circa 700 assemblee sindacali in tutta Italia, migliaia e migliaia di poliziotti, penitenziari, forestali e vigili del fuoco che si sono astenuti dal lavoro per 2 o 3 ore, altrettanti operatori che si sono assentati dal servizio per donare il sangue, un dato medio di adesione pari al 60 % del personale disponibile con punte del 90 % a Imola e dell' ottanta % a Ferrara. Sono i numeri della protesta - forniti dalle stesse sigle - che i sindacati autonomi Sap, Sappe, Sapaf e Conapo, riuniti nella Consulta Sicurezza, hanno attuato oggi in tutti gli uffici e reparti italiani della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Forestale e dei Vigili del Fuoco.
"Una forma di protesta mai vista - dicono in una nota i sindacati autonomi - che è stata attuata con strumenti legittimi e nel rispetto dei regolamenti, anche se in molte città abbiamo registrato l'ostruzionismo di numerosi dirigenti e comandanti. La comunità interna ha aderito in maniera esemplare e massiccia, promuovendo la nostra azione in maniera incontrovertibile. I partecipanti sono stati superiori a quanto prevedevamo perché alle assemblee e alle donazioni di sangue si è registrata la presenza di tantissimi colleghi iscritti ad altre sigle e addirittura non iscritti. I cittadini hanno capito e sono stati al nostro fianco. La nostra mobilitazione non si ferma qui, lo stato di agitazione prosegue su tutto il territorio nazionale. Al premier Renzi, che proprio alla vigilia della nostra protesta ci ha convocato - aggiungono - chiediamo di dare risposte chiare, non solo dal punto di vista economico, al forte malessere esistente tra le divise che, come Consulta Sicurezza, denunciamo da mesi". (ANSA).

BLOCCO STIPENDI: CONSULTA SICUREZZA, ASTENSIONE DAL LAVORO E DONAZIONE DI SANGUE, OLTRE IL 60% HA ADERITO ALLA PROTESTA
(AGENPARL) – Roma, 23 set – Circa 700 assemblee sindacali in tutta Italia, migliaia e migliaia di poliziotti, penitenziari, forestali e vigili del fuoco che si sono astenuti dal lavoro per 2 o 3 ore, altrettanti operatori che si sono assentati dal servizio per donare il sangue, un dato medio di adesione pari al 60 per cento del personale disponibile con punte del 90 per cento a Imola e dell’ 80 per cento a Ferrara. Sono i numeri della protesta che i sindacati autonomi Sap, Sappe, Sapaf e Conapo, riuniti nella Consulta Sicurezza, hanno attuato oggi in tutti gli uffici e reparti italiani della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Forestale e dei Vigili del Fuoco. “Una forma di protesta mai vista – dicono in una nota i sindacati autonomi – che è stata attuata con strumenti legittimi e nel rispetto dei regolamenti, anche se in molte città abbiamo registrato l’ostruzionismo di numerosi dirigenti e comandanti. La comunità interna ha aderito in maniera esemplare e massiccia, promuovendo la nostra azione in maniera incontrovertibile. I partecipanti sono stati superiori a quanto prevedevamo perché alle assemblee e alle donazioni di sangue si è registrata la presenza di tantissimi colleghi iscritti ad altre sigle e addirittura non iscritti. I cittadini hanno capito e sono stati al nostro fianco. La nostra mobilitazione non si ferma qui, lo stato di agitazione prosegue su tutto il territorio nazionale. Al premier Renzi, che proprio alla vigilia della nostra protesta ci ha convocato, chiediamo di dare risposte chiare, non solo dal punto di vista economico, al forte malessere esistente tra le divise che, come Consulta Sicurezza, denunciamo da mesi”. I dati forniti da Sap, Sappe, Sapaf e Conapo indicano le percentuali di adesione in varie città tra le quali: Roma, Firenze e Torino tra il 50 e il 60 per cento, Venezia e Ancona 70 per cento, Aosta 78 per cento, Messina 70 cento, Bologna e Ferrara 80 per cento, Imola 90 per cento. A Roma, al carcere di Regina Coeli e in molti altri istituti penitenziari italiani pressoché tutto il personale della polizia penitenziaria del turno mattutino ha chiesto di partecipare alle assemblee e, alternandosi, ha presenziato alla mobilitazione.

News Polizia

SAP e dintorni

Archivio:   1| 2| 3| 4| 5| 6| 7|   princ.