Forse e' ora di creare un vero, autentico, AUTONOMO Partito della Sicurezza (lancio ANSA)

letta:  20367  volte
Pubblicata il:  26.08.2011;

MANOVRA: SAP; POLIZIOTTI MALTRATTATI, E' ORA DI CREARE PARTITO
(ANSA) - ROMA, 26 AGO - 'Governo e politica continuano a maltrattare poliziotti, carabinieri e militari, serve un vero partito della sicurezza che ci rappresenti'. Lo afferma il sindacato di polizia Sap, che critica il ministro Calderoli: 'Si vogliono forse togliere le pensioni di reversibilita' a vedove e orfani dei colleghi caduti in servizio? Vergogna!'.
'La nostra pazienza - dice Nicola Tanzi, segretario generale del Sap - e' finita davvero. Il Governo continua a darci schiaffi pesanti, nel merito e nel metodo. Berlusconi e soci, infatti, perseverano nel convocare inutili tavoli con le parti sociali senza tenere conto di sindacati e rappresentanze dei comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico. Forse e' opportuno che nasca un vero e proprio partito delle forze dell'ordine e delle forze armate, un movimento democratico, spontaneo e soprattutto autonomo dalla politica e dalle confederazioni che sappia presentare e portare avanti un progetto reale e fattibile per chi veste una divisa'.
'E' semplicemente vergognoso - aggiunge - che, in vista di nuovi sacrifici, non si apra un serio confronto con sindacati di polizia e Cocer, disconoscendo nei fatti quella specificita' della professione approvata appena lo scorso anno per legge. E' semplicemente vergognoso non aver ancora avviato il tavolo della previdenza complementare o pensare di penalizzare le pensioni di chi ha dedicato una vita alla tutela dei cittadini'.
'Qualche simpatico ministro in camicia verde - conclude Tanzi - ha addirittura addirittura proposto, negli ultimi giorni, una stretta alle pensioni di reversibilita': forse si vogliono penalizzare pure le vedove e gli orfani dei colleghi caduti? Tutto questo ci costringera' presto, la strada pare davvero segnata, a scendere in piazza in maniera massiccia e, soprattutto, a valutare concretamente l'idea di creare un vero partito della sicurezza'. (ANSA) SV 26-AGO-11 14:58 NNNN

Le altre News

Montecitorio, il SAP in piazza con gli idonei non vincitori: assumiamoli !!! (articolo del TEMPO e FOTO)

letta:  2755  volte
Pubblicata il:  29.01.2015;

Il SAP, con il Segretario Generale Gianni Tonelli, in piazza a Montecitorio con gli idonei non vincitori: abbiamo bisogno di COLLEGHI e di nuove ASSUNZIONI in Polizia !!!

IMMAGINI DA MONTECITORIO - 28 gennaio 2015

Terrorismo, assunzione idonei non vincitori, Corso Anti Terrorismo: lettera del Segretario Generale SAP ad ALFANO in prima pagina su HUFFINGTON POST

letta:  2524  volte
Pubblicata il:  29.01.2015;

Il quotidiano on line del Gruppo Espresso/Repubblica ha pubblicato in prima pagina la lettera una lettera del Segretario Generale del SAP, Gianni Tonelli, al Ministro Alfano.

Regole di ingaggio, il SAP abbandona il tavolo ministeriale

letta:  2210  volte
Pubblicata il:  29.01.2015;

E’ ripresa al Dipartimento la discussione sui protocolli operativi, le cosiddette nuove “regole di ingaggio” che dovrebbero essere adottate in tutti i servizi e gli impieghi di polizia. Il SAP ha preso parte al tavolo di confronto con il Segretario Generale Gianni Tonelli e con il Segretario Nazionale Michele Dressadore. Nei mesi scorsi abbiamo chiesto a chiare lettere al Dipartimento di cassare completamente il progetto e di presentarcene uno nuovo. Oggi la discussione è stata riaperta sul medesimo progetto. Pertanto come SAP abbiamo abbandonato il tavolo ministeriale e non parteciperemo più ad alcun confronto, confidando anche sul fatto che le altre organizzazioni sindacali adottino la stessa scelta.

Non vogliamo essere coinvolti, neppure moralmente, in questo folle progetto di regole di ingaggio che condannerebbe i Poliziotti al macello giurisdizionale, disciplinare e civile con le richieste di risarcimento danni che pioverebbero a valanga da parte dei soliti facinorosi e violenti che inquinano le nostre strade e le nostre piazze. L’intero progetto è vergognosamente ispirato a linee guida che individuano la negatività della “piazza” esclusivamente nei Poliziotti. Non sono norme a tutela, ma censorie, che individuano nuovi obblighi, forme di disciplina e soprattutto ci espongono in maniera sfacciata a sicure condanne in sede penale e civile. L’impianto complessivo non garantisce né i colleghi né i manifestanti. Servono poche regole, chiare, per sapere con certezza cosa si deve fare.

Non si può imporre in capo ai Poliziotti quello che neppure la legge pretende, come ad esempio la “proporzionalità” nell’uso dei mezzi di coazione fisica. Come si potrà, in questo caso, intervenire anche soltanto con una banale carica di alleggerimento per un blocco stradale o ferroviario, visto che il diritto alla salute dei manifestanti potrebbe essere astrattamente considerato prevalente rispetto agli eventuali ritardi e disagi nella circolazione dei treni e nel traffico stradale?

Come si può pensare di affrontare in un contesto di guerriglia urbana, come avvenuto nei giorni scorsi a Cremona, una legione di persone travisate e armate utilizzando lo sfollagente per colpire “solo” gli arti superiori e inferiori, evitando le articolazioni?

Come è possibile, tanto per proseguire negli esempi, pensare di entrare in un locale dove vi sono persone in preda ad allucinazioni, in stato alterato per abuso di sostanze alcoliche o stupefacenti, e “congelare” la situazione fino all'arrivo del personale sanitario, in attesa di eventuale loro intervento e trattamento sanitario obbligatorio? Chi ha lavorato su strada sa che occorrono anche numerose ore per tutto questo procedimento!

Queste regole sono una baggianata portata avanti nel solco di quel pregiudizio ideologico che caratterizza chi pensa che i Poliziotti debbano essere “bonificati nella mente” mediante corsi di riappacificazione. La cosa davvero sconcertante è che il Dipartimento non si sia opposto e che Mamma Amministrazione abbia supinamente sacrificato i suoi figli…

Noi non parteciperemo a questo tavolo di lavoro fino a quando il Dipartimento della pubblica sicurezza non avrà cestinato lo scellerato tomo e non si produrrà un nuovo progetto costituito da poche e chiare norme, che siano davvero a tutela dell’operatore di Polizia e di chi svolge pubbliche funzioni come quella da noi operata.

Abbiamo evitato di pubblicare sul nostro sito il fascicolo relativo alla proposta di regole di ingaggio, ma è opportuno che tutta la comunità interna ne sia a conoscenza. Invitiamo pertanto le Segreterie Provinciali, Regionali SAP e i colleghi tutti a contattare la Segreteria Generale per farsi inviare tramite mail la documentazione.

#notav, arrivano le condanne e la provvisionale per il SAP come parte civile: TEMPO, MESSAGGERO, STAMPA e CORRIERE della SERA

letta:  9444  volte
Pubblicata il:  28.01.2015;

I principali quotidiani nazionali hanno "salutato" la vittoria storica del SAP durante il processo torinese contro i notav per le violenze del 2011 (200 colleghi feriti) !!!

Terrorismo, le proposte del SAP: assunzione idonei non vincitori e corso anti terrorismo (MESSAGGERO, LIBERO e STAMPA)

letta:  9365  volte
Pubblicata il:  28.01.2015;

Le proposte del SAP trovano ancora rilievo ed evidenza sulla grande stampa.

Concorso Fiamme Oro e movimenti Ruoli Tecnici, circolari

letta:  13260  volte
Pubblicata il:  27.01.2015;

E' stata diffusa una circolare relativa ad un nuovo bando di concorso per le Fiamme Oro. Diffusa anche la velina dei movimenti dei Ruoli Tecnici del periodo ottobre - dicembre 2014, disponibile nell'area riservata di questo sito (accessibile alle Segreterie Regionali e Provinciali SAP).

NO alla chiusura della Polizia Postale: dopo la denuncia SAP arriva una interrogazione PD

letta:  16234  volte
Pubblicata il:  27.01.2015;

L'onorevole Micaela Campana del Partito Democratico ha presentato un'interrogazione parlamentare al ministro Alfano.

#notav, condanne per i facinorosi e provvisionale per il SAP: Giustizia stavolta e' fatta! (lancio Agenzia Parlamentare)

letta:  12716  volte
Pubblicata il:  27.01.2015;

Quarantasette condanne per un totale di circa 140 anni di carcere e sei assoluzioni. Si e' chiuso così a Torino il maxi processo ai notav per gli scontri del 2011 in Valle di Susa. La sentenza è stata letta dal giudice Quinto Bosio nell'aula bunker delle Vallette...

SAP e dintorni

Archivio:   1| 2| 3| 4| 5| 6| 7|   princ.
Rocco Salvan, collega nostro iscritto e allenatore del Petrarca Padova, ha salvato un'aspirante suicida.
Il video dell'eroico gesto è stato rilanciato dal sito dell'ansa [CLICCA QUI].