FORESTALI NELL'ARMA, IL TAR BOCCIA. TONELLI: "BENE IL TAR. PROVVEDIMENTO INFAUSTO PER INTERESSE DI DOPO PENSIONE DI ALCUNI VERTICI" - Sindacato Autonomo di Polizia

FORESTALI NELL’ARMA, IL TAR BOCCIA. TONELLI: “BENE IL TAR. PROVVEDIMENTO INFAUSTO PER INTERESSE DI DOPO PENSIONE DI ALCUNI VERTICI”

CONDIVIDI L'ARTICOLO    Il Tar Abruzzo sezione di Pescara, boccia la riforma e invia gli atti alla Consulta. Il passaggio dei Forestali nell’Arma trova da parte del TAR Abruzzo ben 7...

Il Tar Abruzzo sezione di Pescara, boccia la riforma e invia gli atti alla Consulta. Il passaggio dei Forestali nell’Arma trova da parte del TAR Abruzzo ben 7 punti di non manifesta infondatezza in quanto, tra le altre, si rileva contrario alla libertà di autodeterminazione del personale che non ha potuto scegliere liberamente se divenire personale militare. 

«Il Sap ha sempre sostenuto che assorbire i Forestali nell’Arma dei Carabinieri (circa 7000 persone) non avrebbe risolto i problemi dell’apparato della sicurezza appesantito dalla presenza di sette amministrazioni, cinque dello Stato, e due degli enti locali». A dichiararlo è il Segretario Generale del Sap Gianni Tonelli. «Far passare l’assorbimento dei forestali nell’Arma, ossia intervenendo su soli 7 mila operatori su un totale di 300 mila, è stato solo un palliativo per spacciare per riforma quella che, in realtà, è una regressione inutile e dannosa – e prosegue – Le motivazioni del TAR Abruzzo forniscono la speranza per un annullamento di un provvedimento infausto in cui non sono prevalsi gli interessi del Paese ma quelli campanilistici di bottega, in cambio di nulla osta reciproci finalizzati ad incarichi per il dopo pensione di alcuni vertici».

Il Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) continua a sostenere la necessità di un processo di accorpamento delle forze di Polizia mediante l’istituzione di centrali operative uniche e apparati logistici interforze, determinando un grande risparmio di spesa da ottenere mediante una vera razionalizzazione, e non con tagli lineari che stanno portando al collasso dell’apparato della sicurezza. «Le risorse recuperate potranno essere destinate alla formazione, agli equipaggiamenti, all’efficientamento del sistema e nella parificazione degli stipendi delle divise alle medie europee da una parte e, dall’altra,  per lenire il carico fiscale su famiglie e imprese» conclude Tonelli.

La militarizzazione della Forestale fa parte del capitolo della “politica virtuale” mentre, per contro, il Paese ha necessità di riforme reali.

TAR PESCARA

Rassegna Stampa

AGENPARL

FORZEARMATENEWS

AGORAMAGAZINE

 

 

Letta 6.995 volte

CATEGORIE
News

ARTICOLI CONNESSI

Archivi